Menu Chiudi

Rispondi a: Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

Fori ai lobi per orecchini Forum Esecuzione fori: domande e risposte Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini] Rispondi a: Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

#11828 Risposta

Giovanni

Ciao Matteo e grazie per il benvenuto.
In realtà abbiamo scelto la parafarmacia vicino casa proprio perché abbiamo visto che aveva il sistema Inverness e la dottoressa a cui abbiamo chiesto ci ha fatto subito buona impressione e devo dire che è stata professionale in tutto sia prima che durante che nel dopo spiegando a mia figlia tutto ciò che va fatto per un’ottima guarigione dei buchi oltre ad averle dato il foglietto con le istruzioni scritte. Dato che la ragazza è minorenne viene richiesto a un genitore di firmarle il consenso prima di iniziare il procedimento di foratura lobi.
Allora passo a raccontare di mia mamma e non aggiungo altro all’inquadramento dell’epoca primi anni 70 perchè Matteo tu hai già descritto alla perfezione. In voga c’erano gli orecchini a clips e non era d’uso che una donna pensasse di andare a farsi bucare le orecchie. Però mia mamma aveva questa amica che a quell’epoca aveva una gioielleria, vecchio e bellissimo negozio in Alba (CN) un’attività già avviata dalla sua famiglia che purtroppo ha chiuso già anni fa. L’amica gioielliera della mamma aveva i lobi bucati. Ricordo che anche le mie nonne avevano i buchi ma lei era l’unica persona dell’età di mia mamma che conoscevo che li aveva e sfoggiava degli orecchini che già da bambino colpivano la mia immaginazione: il brillante solitario o la perla che sembravano magicamente incollati nel centro dei lobi (in realtà sostenuti dal classico perno ancora non così diffuso) oppure anellini d’oro o pendenti fini e delicati che svelavano l’arcano del foro. Anche a mia mamma piacevano e confrontati con gli orecchini a clips che lei usava quelli dell’amica avevano una marcia in più. Fatto stà che l’amica ha iniziato a stuzzicarla coll’idea dei buchi, le diceva: vieni una sera in negozio da me che te li faccio. Ricordo bene che la mamma era molto tentata ma anche timorosa e me lo ricordo bene perché di questo argomento in casa col papà se n’è parlato a lungo, di tanto in tanto usciva fuori il discorso. Comunque anche a papà piacevano. Finché un giorno la mamma si è decisa e in un tardo pomeriggio invernale se n’è andata sola soletta al negozio dell’amica per farsi fare questi buchi mentre io e mia sorella fantasticavamo su questa cosa cercando di immaginarcela e comunque trovavamo che la mamma doveva essere molto coraggiosa. Eravano tutt’e due curiosissimi di vedere il risultato. Quando nostra madre è rincasata con le piccole palline d’oro al centro dei lobi (me li ricordo arrossati ma forse era anche per il freddo ) era tutta soddisfatta e anche papà trovava che le stavano molto bene però le ha detto “solo non raccontarmi come te l’ha fatto”, poi alla prima occasione le ha regalato i primi orecchini importanti, quelli col brillante. Anche noi figli le dicevamo che era bellissima rendendola felice.però poi io e mia sorella abbiamo voluto saperlo come gliel’aveva fatto questo buco nei lobi delle orecchie. La sua amica aveva utilizzato un lungo ago ben disinfettato così come i piccoli orecchini d’oro che le aveva messo. Ma prima le aveva massaggiato a lungo i lobi con un non ben specificato unguento, credo un disinfettante, le ha segnato il punto da forare con una matita ed infine prima un lobo poi l’altro ha prima fatto il buco con l’ago e poi inserito il piccolo orecchino. Con la mamma ne abbiamo riparlato ultimamente quando mia figlia ha fatto i buchi: lei ricorda che l’inserimento dell’orecchino era più fastidioso di quando l’ago bucava però mentre l’ago veniva infilato lei sentiva il rumore che faceva man mano che la punta avanzava attraverso lo spessore della carne del lobo. Però ha sempre detto di non aver sentito troppo male, anzi ne ha un bel ricordo. Secondo me è perché quando una cosa la desideri tanto sopporti tutto e anche perché a farle i buchi è stata una cara amica e credo che quella sera ci fosse una bella atmosfera tra loro.
E’ interessante che nessuna delle altre amiche di mia mamma si è lasciata coinvolgere dalla comune amica gioielliera perchè non ne avevano il coraggio e mi ricordo che alla mamma piaceva sentirsi “invidiata”. Poi però i buchi se li sono fatte quasi tutte svariati anni dopo e con la pistola così come li ha poi fatti con la pistola anche mia sorella da adolescente.
Spero che questa memoria del passato possa esser stata di un qualche interesse. Vuol essere il mio piccolo contributo al sito.

Arrivederci.