Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11289 Risposta

Matteo

Ciao Damiano (e ciao Gina!)

Sottoscrivo anch’io quanto ti è stato già detto. Il senso di calore e di pulsazione dovrebbe diminuire fino a scomparire totalmente nel giro di qualche ora dopo avere effettuato la foratura del lobo.
Ti consiglio, se non l’hai ancora fatto, di esporre il tuo problema al farmacista, che ti consiglierà molto probabilmente l’applicazione un prodotto antibiotico ad uso topico (ad esempio Gentalyn, a base di gentamicina solfato).

Se sfortunatamente non riuscissi a risolvere il problema nemmeno con il trattamento (e senza togliere l’orecchino, altrimenti il buco ancora fresco si richiuderà), conviene rinunciare e lasciare chiudere il foro continuando il trattamento antibiotico fino a completa guarigione. Essendo appena fatto, non ti resterà nemmeno la cicatrice e potrai provare a forarlo di nuovo nel giro di un paio di mesi, se non vi saranno complicazioni.

Dato che scrivi che è il secondo tentativo di forare il lobo, mi viene però da domandarti se sei sicuro che sia davvero un’infezione e non piuttosto una reazione allergica al materiale di cui è fatto l’orecchino. Non dimenticare che è pur sempre un corpo estraneo e che la reazione individuale dell’organismo può essere differente.
Da chi ti sei recato per l’esecuzione del foro? Quale è il materiale dei primi orecchini? Considera che l’oro, il titanio e l’acciaio chirurgico molto difficilmente causano reazioni ma le rare eccezioni sfortunatamente esistono.

Facci sapere se e come hai risolto, intanto in bocca al lupo! 😉