Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11321 Risposta

Franco

Tutto interessante ho letto le esperienze di tante persone.
Mia madre si è fatta forare i lobi delle orecchie negli anni ’60 durante una vacanza-studio negli Stati Uniti da una compagna di stanza nel college che ha usato il sistema dell’ago con il ghiaccio per tentare di anestetizzare anche se lei se lo ricorda doloroso forse per la scarsa esperienza della bucatrice un poco improvvisata. Però il risultato è stato ottimo. A sua volta mia madre fece lei stessa i buchi ad altre ragazze del college, una cosa in stile Grease! Tra le ragazze americane dell’epoca era di gran moda fare così, non esistevano ancora le pistole bucaorecchi. Mia madre racconta che quando rientrò in Italia con i cerchiettini d’oro nelle orecchie bucate fece scalpore sia in famiglia (i miei nonni erano orripilati) sia tra le amiche perchè da noi non era ancora tornato di moda farsi bucare le orecchie e negli anni ’60 avere i buchi era considerata una vecchia tradizione antiquata della generazione delle nonne. Come si vede anche nei vecchi film la maggioranza delle ragazze italiane usavano orecchini a pinzetta pur di non doversi forare i lobi.
Non sapevo che si usasse ancora l’ago per fare i buchi da orecchini e invece questo metodo non solo ha ancora i suoi sostenitori ma sembra anche molto valido!
Cercavo informazioni per fare i buchi a mia figlia che ormai ce li chiede insistentemente ma vista l’esperienza non buona di mia moglie coi suoi buchi fatti a pistola in oreficeria non volevamo ripetere l’odissea con la bambina ma dopo aver letto sarei propenso a cercare una buona farmacia.

Grazie da Franco