Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11364 Risposta

Matteo

Ciao Elena, vedo che sei ben determinata a risolvere il tuo problema e l’hai preso di petto. Ottimo, si vede che hai tanta voglia di tornare a poterti mettere gli orecchini e che vuoi far le cose per bene 😉

Ti ringrazio per le cose belle che mi hai scritto (crepi il lupo!) Non so se hai letto i vecchi post ma io mi sono avvicinato alla foratura dei lobi per puro caso quando mia madre, fidandosi di me che avevo buona pratica e buona mano… a fare iniezioni, mi ha chiesto di rifarle i buchi ai lobi (quelli che aveva un tempo si erano richiusi per prolungato inutilizzo e lei non era nemmeno soddisfatta del posizionamento), così per non deluderla ho fatto ricerche trovando molte informazioni utili su questa pagina creata qualche anno fa da Gina (non la ringrazierò mai abbastanza per averla realizzata e per la generosità con cui continua a seguirla) che ormai è un vero punto di riferimento per i buchi ai lobi. In internet abbondano siti più o meno specialistici sui piercing più “esotici” ma il tema dei tradizionalissimi buchi ai lobi è trattato solitamente con una certa superficialità, come se fosse tutto scontato. Insomma, devo molto a questa pagina e alle persone che ho incontrato qui (come Teresa) se mi sono appassionato e ho continuato a bucare le orecchie anche di altre persone in seguito me lo hanno chiesto rimanendo affascinato da questa tradizione.

Apprendo ora da te che esistono dermatologi (dunque parliamo di un medico specialista) che eseguono la foratura dei lobi! Interessante a sapersi, questa cosa mi incuriosisce molto…
Il tuo medico curante penso sia persona degna della tua fiducia e il consiglio che ti ha dato ritengo sia valido, quindi ti esorterei a prendere l’appuntamento ma non prima di aver chiesto a questa dermatologa alcune informazioni basilari. Se è una persona corretta e professionale non esiterà a dartele per telefono.

Dovresti domandarle:

1) Quale tecnica usa per i fori, se utilizza l’ago oppure un dispositivo usa-e-getta a pressione (tipo farmacia) ok, se utilizza una pistola a scatto no, sappi che quest’ultimo sistema in molte Regioni è stato (giustamente) vietato per ragioni igieniche (oltre tutto risultava anche più doloroso ma soprattutto più traumatico per i tessuti) e le gioiellerie che lo utilizzavano o hanno cessato di offrire il servizio o hanno optato per l’apparecchio monouso a norma.

2) Quale sarà il materiale dei primi orecchini che ti verranno applicati. In assoluto nel tuo caso preferirei in assoluto il titanio, con acciaio chirurgico e oro come alternative ma tassativamente niente di meno di questo! Vale anche se gli orecchini dovrai essere tu a procurarli: nel caso scegli piccolissimi orecchini a lobo con perno dritto oppure piccoli cerchietti con perno dritto o poco curvato se autorizzati dalla persona che ti farà i fori. Per varie settimane dovrai tenerli anche la notte, non devono darti fastidio né impigliarsi nel sonno.

Se non ti verranno date risposte soddisfacenti a queste due domande opta per una buona farmacia e possibilmente scegline una dove eseguono molti fori (di solito hanno le locandine ben visibili e un corner o meglio ancora un locale dedicato) e in cui c’è una persona specializzata che si dedica a questo servizio, a cui dovrai spiegare bene i problemi che hai avuto.

Se ti verrà offerta la possibilità di anestetizzare i lobi prima della foratura, anche se detta così sembra una cosa allettante, ti consiglio di rifiutare: l’anestetico può modificare temporaneamente la consistenza dei tessuti del lobo (specie se si tratta di ghiaccio spray ma anche alcune pomate hanno questo sgradito effetto collaterale) e i fori potrebbero alla fine risultare non dritti (difficoltà o dolore nell’inserire gli orecchini) e/o non ben perpendicolari (angolazioni sgradite indossando orecchini a cerchio). Val la pena di “stringere i denti” (tranquilla, è un doloretto sopportabile facilmente anche da una bimba se desidera davvero gli orecchini) per qualche breve istante e ottenere in cambio fori eseguiti a regola d’arte!
Tanto considera che gli “anestetici” che (sbagliando) alcuni utilizzano più che altro per tranquillizzare la cliente mitigano solo leggermente la sensazione ma non rendono comunque mai del tutto indolore l’operazione di foratura.
In generale, sappi i fori eseguiti con l’ago non sono più dolorosi ma occorre qualche secondo in più di pazienza e di sopportazione.

Rifiuta anche l’eventuale offerta di foratura simultanea (due addetti, uno su ciascun lato, che forano i due lobi in contemporanea, ho letto che alcune farmacie offrono questo servizio) perché accuratezza e precisione potrebbero risentirne: scegli di farti eseguire prima un foro e poi l’altro dalla stessa persona.

Altro fattore da considerare molto attentamente, specialmente se andrai a farti bucare dalla dermatologa, è quanti buchi ai lobi esegue questa persona e quale è il suo senso estetico: è importante che ti sappia indirizzare bene per scegliere il miglior piazzamento possibile dei fori (su ciascun lobo ti farà prima un puntino sul lobo con una penna apposita che servirà da guida al momento di eseguire il foro). Lo dico contro il mio interesse (essendo maschio, ma io modestamente ho la “presunzione” di avere un ottimo senso estetico 😉 ), mi rincuora che la dermatologa sia una donna e presumibilmente una portatrice di orecchini lei stessa: voi donne normalmente siete più versate… salvo eccezioni, ovviamente! 😉
Ti consiglio a questo proposito di non andare da sola a farti bucare le orecchie ma di portarti assieme un’amica o una pesrona di fiducia che possa consigliarti bene sul piazzamento dei fori. Un’altra persona vede i tuoi lobi meglio ancora di te stessa allo specchio. E mi raccomando: prima di procedere alla foratura hai IL DIRITTO di farti cancellare e riposizionare il puntino quante volte vuoi, finché il risultato non ti soddisferà pienamente! Ma tieni sempre presente che stai spaziando un orecchino, non un punto segnato a penna, e l’orecchino avrà un certo spessore. Immagina idealmente di dover centrare una perla o un punto luce. In generale (non so come è fatto il tuo lobo e ciascuno è storia a sé) evita assolutamente di farti piazzare il foro troppo vicino al margine inferiore del lobo.

Elena, penso di averti scritto tutto ciò che ti occorre. Ma se hai domande ulteriori non esitare.
Facci sapere appena puoi, sono molto curioso…

Un caro saluto e anche a te… in bocca al lupo 😉

P.S. Gina, se hai qualche appunto da fare prima che Elena decida, correggimi o aggiungi 😉