Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11410 Risposta

Matteo

Ciao Gina, ho una domanda per te!

Rispondendo a me sotto il trhead aperto da Corrado, qui: http://www.wx1.org/ricaricablog/2010/05/buchi-alle-orecchie-per-orecchini-dove-come-quando.html#comment-21452
hai scritto una cosa che, rileggendo meglio, ha suscitato la mia curiosità ma che era passata in un primo momento inosservata:

“Alcune farmacie non usano solo il metodo Inverness (che non escludo abbia i suoi vantaggi, ma non per tutti), c’è anche chi utilizza “l’ago tradizionale””

Sinceramente non lo sapevo. Davvero ci sono farmacie dove viene utilizzata anche la tecnica tradizionale ad ago per eseguire i buchi ai lobi? Hai avuto modo di vederne o ancora meglio di parlare con persone che si sono fatte fare i buchi ad ago in farmacia?

Come sai non sono affatto “di parte”, anzi, dovendo scegliere sono più “dalla parte” dell’ago tradizionale ma capisco che non tutti hanno la fortuna di conoscere una persona che ha famigliarità con questa tecnica e allora il sistema inverness in farmacia può essere una ottima alternativa. Ma potendo trovare una farmacia in cui è offerto anche l’ago, la cosa può diventare interessante e allettante. In special modo per chi ha esigenze un po’ più particolari particolari di precisione (come ad esempio abbiamo visto di recente per Elena che molto opportunamente si è rivolta alla dermatologa che probabilmente è il top assoluto, ma con costo proporzionato, anche se ben giustificato in questo caso dai problemi di dermatite di Elena).

Grazie Gina per la risposta. Un caro saluto e buona giornata 🙂