Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11414 Risposta

admin
Amministratore del forum

Ciao Annarita 🙂

Parlando della tecnica manuale dell’ago (o “ago tradizionale” come si è nominato spesso nei messaggi sotto), l’anestetico c’è chi lo usa e chi no, chi ne ha tratto vantaggio e chi meno perché in fondo si tratta di pochi secondi di passaggio dell’ago da un lato all’altro del lobo, se la mano di chi esegue il lavoro è buona, anestetico o senza, non si sentirà granché dolore, giusto un pizzico.
Il ghiaccio stordisce il lobo, lo rende meno sensibile ma per poco, il tempo d’effetto e quanto va tenuto sul lobo è molto soggettivo da persona a persona.

È buona l’idea di andare a fare prima due chiacchiere con la ragazza del centro, serve anche per capire con chi si avrà a che fare, dovrebbe spiegare dettagliatamente tutto il procedimento del prima, durante e il dopo aver fatto i fori. Le si può domandare anche se utilizza anestetici, se l’ha mai adoperati su qualche cliente.

E se la ragazza ti dà una buona impressione, vai tranquilla, il pensiero dell’ago può creare ansia ma il fastidio che si prova dura un niente, quando sarà tutto fatto e ti specchierai resterà solo un gran bel ricordo 😉

Buona estate!