Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11458 Risposta

Matteo

Ciao Gina e ciao a tutti coloro che seguono questa pagina 🙂

Rieccomi qui dopo tanto tempo. Purtroppo alcuni mesi fa sono stato vittima di un serio incidente di moto che mi ha tenuto occupato in altre e meno amene faccende tra operazioni chirurgiche (ben tre, per ora, perché me ne aspetta un’altra l’anno venturo per togliere le placche alla tibia) e la lunga rieducazione fisioterapica. Ma bene o male sono di nuovo in piedi e questo è l’importante!

Ho notato con piacere che, nel frattempo, questa pagina ha continuato ad essere animata. Anche se in ritardo (non so se mi leggerà) ho appena risposto a Ela, ma voglio dire che ho trovato bellissima l’avventura di Alida (a prescindere se riuscirà o meno a sostituire gli orecchini a capodanno): da un regalo in teoria “sbagliato” può nascere il regalo più bello.. E poi perché quando si decide di bucare le orecchie da adulta è sempre un’avventura ancora più speciale ed emozionante e perché ci testimonia che, se la persona incaricata è seria e competente (e usa materiali di qualità) anche la tanto “vituperata” foratura dei lobi in gioielleria è un’ottima opzione. Tanto più, mi permetto di aggiungere, che con la stretta normativa imposta negli ultimi anni i “bucatori” improvvisati che maneggiavano pistole senza troppo garbo né estetico né igienico hanno in gran parte abbandonato il campo.(molte gioiellerie non forniscono più il servizio di foratura lobi, chi ancora lo fa dovrebbe essere persona consapevole e rispettosa delle regole sanitarie). Non mi stupisce la reazione della mamma di Alida: eh si, le mamme ci tengono! Almeno, le mamme che amano gli orecchini per loro stesse sono felici di vederli anche ai lobi delle loro figlie e si immedesimano nell’emozione della foratura che loro stesse hanno vissuto e ricordano.

Gina, complimenti meritati per le spiegazioni che hai dato ad Alida circa il valutare dalla “crosticina” lo stato del foro e da qui la possibilità o meno di inserire con ragionevole sicurezza un gancetto, anche solo per una sera, al posto del perno dritto. Assolutamente brillante! A me non sarebbe venuto in mente (avrei semplicemente sconsigliato Alida dal provarci) ma ciò che hai scritto è del tutto corretto e Alida mi pare una ragazza molto responsabile, saprà valutare. Per quanto mi riguarda c’è sempre da imparare 😉

Avrei ancora tante cose da raccontare (e da chiedere) ma per il momento mi fermo qui altrimenti rischio di finire nello spam 🙂

Ciao e a presto… per gli Auguri c’è ancora tempo 🙂