Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11525 Risposta

Matteo

Ciao Gina 🙂

Il punto è proprio quello: “stando a quanto ho letto online”: purtroppo online ci sono tantissime informazioni completamente inaffidabili. Se ricordi tempo fa (non ricordo più con chi tra chi) si diceva che sul web trovi molte fonti riguardanti il body-piercing ma c’è pochissimo sulla “banale” (ma non così banale) foratura del lobo. Aggiungo che quel poco che c’è online – a parte questa pagina che è una straordinaria eccezione -, è fortemente inaccurato, a volte con informazioni vecchie e superate (ancora oggi si parla delle pistole del tipo che è stato vietato ormai da anni), altre volte proprio sbagliate e potenzialmente pericolose (ad esempio sui disinfettanti da usare prima di forare e per la cura successiva e sui tempi di cicatrizzazione). Se questa è la situazione per il lobo non so fino a che punto fidarsi (e di chi?) per la cartilagine dato che, anche qui, le informazioni sono spesso molto discordanti. Quando nelle mie ricerche ero arrivato qui mi ero subito accorto che la l’accuratezza delle informazioni era di un altro livello: tu scrivevi con coscienza di una tecnica che conoscevi bene avendola appresa (e provata su te stessa) dalle donne più anziane della tua famiglia e poi avevo letto del caso di successo di Laura, la ragazza (con allergia) che coi tuoi consigli si era fatta bucare i lobi dalla madre. Ma per la cartilagine sinceramente preferirei aspettare di informarmi meglio facendomi descrivere le istruzioni ricevute da persone che l’hanno fatto da un piercer professionista e che si sono trovate bene. Un paio di ragazze che conosco e che hanno forato la cartilagine in gioielleria (ma non so esattamente con che attrezzo) hanno sofferto le pene dell’inferno nella fase di guarigione: una ha lasciato perdere e lasciato richiudere il foro (ma le è rimasto un piccolo rigonfiamento in corrispondenza), l’altra, più caparbia, ha continuato a curarlo fino a farlo guarire perfettamente ma le ha fatto male per più di un anno e mezzo anche solo a coricarsi su quel lato sul cuscino! Sinceramente se questo è il “prezzo” da pagare preferisco che Antonella eviti, solo che lei si fida così tanto di me che non si rende conto che non faccio miracoli (specialmente se non so esattamente cosa sto facendo). Le ho anche proposto, dopo la mia operazione alla gamba, di accompagnarla a farle fare il buco alla cartilagine dalla piercer (ci dicono molto brava) che l’anno scorso ha forato l’ombelico a una nostra amica. Così con la scusa di confortare la mia ragazza potrei dare uno sguardo e ascoltare le raccomandazioni (come disinfettare, se e come ruotare l’orecchino, tempi di guarigione, tempi di completa cicatrizzazione, etc.) e potrei imparare… ma Anto non ne vuol sapere, quel buco glielo devo assolutamente fare io, o niente. E allora mi spiace, aspetterà ancora un po’. Anche altre ragazze mi hanno già chiesto fori nel trago e nel naso ma ho sempre rifiutato, non per scortesia ma perché non mi va di sperimentare sulla pelle altrui.

==============

MOLTO IMPORTANTE:

La nostra simpatica e giovanissima amica Michela ci ha parlato del “trucco” della vaselina su ago e orecchino per agevolare lo scorrimento e rendere l’operazione meno dolorosa. Geniale ma NON PUO’ ESSERE VASELINA perché (mi sono informato apposta) non avendo alcuna proprietà antibatterica è del tutto inidonea e sarebbe un potenziale pericolo per la ferita ed escludo categoricamente che la prozia medico possa fare una cosa del genere! In ambulatorio invece può avere utilizzato un lubrificante idoneo come il LUAN 1% CHIRURGICO (un gel che sembra vaselina e probabilmente l’ha descritta come tale a Michela per farle capire meglio e tranquillizzarla) che oltre a lubrificare senza esporre ad infezioni (si usa per le intubazioni) contiene anche un 1% di lidocaina che aggiunge un blando effetto anestetico alleviando le sensazioni un poco fastidiose dell’indolenzimento post-foratura. E qui verrebbe da dire: ancora più geniale!
Dunque, cara Gina, se ti capiterà di forare altri lobi NON usare vaselina ma procurati il Luan 1% Chirurgico in farmacia! Dovrebbe essere in vendita senza bisogno di ricetta.

==============

P.S.
Gina, non ci hai mai raccontato di quell’unica persona a cui hai forato i lobi (una parente, un’amica?) e di come avete vissuto quell’esperienza: che impressione ti ha fatto e che emozioni hai provato trovandoti dalla parte dell’esecutrice, dopo aver già subito quell’operazione su te stessa e dopo averla vista compiere tante volte da altre donne di casa? Scusa la curiosità (le esperienze personali secondo me sono diventate una delle caratteristiche più belle e preziose di questa pagina) ma se non ti va di rispondere ti chiedo scusa, non fa niente 😉

Un caro saluto e a presto 😉