Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11536 Risposta

beppe

Salve, ringrazio io per aver scambiato un pizzico di dolce nostalgia.
purtroppo nella mia famiglia questa tradizione è andata perduta e con essa la sapienza delle donne di casa a usare l’ago. la mia generazione è stata l’ultima in cui le ragazzine vi son state sottoposte al momento deciso dalle donne adulte di famiglia. iniziava tutto con un bisbigliare tra loro che ogni volta riuscivo a captare in anticipo. son stato io ad annunciare a mia sorella che mamma e nonna stavano organizzando per farle i buchi degli orecchini e ho ancora davanti a me il suo contrasto di emozione e di timore. le ho preso le mani e le ho detto “vedrai poi che sarai bella” ed ero emozionato forse quanto lei avendo già assistito con curiosità e segreta ammirazione per le cugine. anche se come maschio mi toccava osservare in disparte.
tutto questo nel mondo contadino mentre le donne eleganti di città sdegnavano i fori e preferivano le attaccature a “clip”. finchè vari anni dopo all’improvviso son corse tutte a farsi bucare le orecchie non per decisione delle “anziane” di famiglia ma per imposizione della moda.
non sapevo che l’ago viene ancora usato e apprezzato per dei vantaggi rispetto alla “pistola”, mi ha fatto piacere apprendere che a tutt’oggi qualcuno ancora porta avanti e affina la sapienza con l’ago delle nostre antenate.

Arrivederci, tornerò ancora a finir di leggere anche i commenti più vecchi.