Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11570 Risposta

Matteo

Ciao Maria Teresa,

e dunque non solo sei riuscita a “tentare” la nostra Gina sul doppio foro (papà “all’antica” permettendo 🙂 ) ma sei pure riuscita a convincere anche tua suocera a fare i buchi! Sei persuasiva ma soprattutto hai un entusiasmo coinvolgente 🙂

Ormai la suocera avrà già fatto i fori, spero ci racconterai com’è andata, come si trova con gli orecchini e quali sono state le sue impressioni e quelle della famiglia. Dopo Gina circa la sua prozia ti confermo anch’io che fare i buchi da “over 60” (ad esempio le amiche di Teresa) non è un record: anche a me è già capitato di farli a una signora solo di poco più giovane e qui tra i vecchi commenti troverai altri esempi di signore che hanno deciso tardi di fare i buchi. Insomma, non è mai troppo tardi e anzi, in questi casi l’esperienza del foro ai lobi risulta persino più emozionante perché viene percepito dalla persona neo-bucata come un grosso cambiamento.

Mi dispiace solo di non aver letto prima perché ti avrei chiesto la cortesia di chiedere alla tua estetista un’informazione circa i tempi di guarigione dei buchi eseguiti nella cartilagine dell’orecchio. Ora è troppo tardi ma se come spero questa brava estetista ci onorerà di venire a commentare qui tra noi le chiederò queste informazioni direttamente.

Gina, ora che avrò finalmente un po’ più di tempo libero potrò dedicarmi ad adattare quello scritto con le istruzioni per la foratura dei lobi secondo le mie esperienze.

A presto!
Anche da parte di Antonella un caro saluto a Gina, a Maria Teresa (e suocera) e a tutti i lettori 🙂