Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11604 Risposta

Matteo

Ciao Marty,

Sono d’accordissimo con Stefania, ti avrei scritto le stesse identiche cose: prima di toccare le cartilagini inizia dai lobi visto che un secondo o anche un terzo buco non sono impegnativi, non sono soggetti al variare delle mode (ammetto che la foto dell’orecchio che hai messo è graziosa ma attenzione perché un conto sono le modelle sulle riviste e un altro è la vita reale, tua madre non ha tutti i torti) e ti permettono di iniziare a vederti con più orecchini e decidere con calma se continuare o meno con qualche forellino in più.
Il discorso cartilagini è più complicato ma i buchetti ai lobi non sono poi così impegnativi né esteticamente (credo che tua madre non avrebbe difficoltà a concedertene uno o due in più) né economicamente, l’importante è che ti affidi ad una persona competente e qualificata per eseguirli. E attenzione alla spaziatura tra un buco e l’altro e all’allineamento: leggi l’esperienza recente di Asia qua sotto!
Anziché forare le cartilagini, se per una sera desideri un look più sfizioso e audace puoi utilizzare lo stratagemma suggerito tempo fa da Annina (cerca più sotto i suoi interventi) per incollare temporaneamente uno swarovski o uno strass luccicante adoperando la colla cosmetica per ciglia. Fa un bell’effetto e a prima vista non è distinguibile da un vero piercing!

Un saluto a Giacomo che si sta prendendo cura di questa pagina e anche ovviamente alla mitica Gina che spero di rivedere presto da queste parti 😉

P.S.
Chiedo scusa, è passato un po’ di tempo dall’ultima volta che sono venuto qua ma quest’estate è stata molto densa di impegni (Antonella si è laureata e le ho dato una mano “pratica” per la tesi) e anche con qualche disavventura di salute durante le vacanze ormai per fortuna ormai risolta.