Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11607 Risposta

Matteo

Ma certo Stefania, come potrei non ricordarmi di te? Sei stata anche molto cara quando mi hai fatto gli auguri per la gamba dopo l’incidente in moto 😉

Sono contento che ti sei fatta fare i quattro forellini che desideravi (come sai sono un estimatore dei doppi buchi per l’eleganza e la versatilità negli abbinamenti di orecchini possibili). Ti perdono volentieri la piccola disobbedienza… in fondo le orecchie sono tue!!! 🙂 🙂 🙂
Tecnicamente non c’è alcun impedimento ad eseguire le due coppie di fori in unica seduta (e infatti hai trovato una farmacista disposta a farteli) però sinceramente lo sconsiglio per ragioni di comfort sia in fase di esecuzione (si va ad effettuare un secondo foro in un lobo appena traumatizzato dal primo) che in fase di guarigione poiché la cura post-foratura è ovviamente più laboriosa e fastidiosa… e altrettanto ovviamente tu l’hai appena confermato 😉
Magari la tua esperienza potrà essere di aiuto ad altre ragazze che stanno meditando se farsi fare più buchi assieme, a partire da Marty. Il mio consiglio è di eseguirne non più di uno alla volta (su ciascun lobo) ed attendere non meno di un mese e mezzo (meglio 2) prima di tornare a farsi nuovamente bucare, sempre che la guarigione dei fori precedenti sia andata liscia e senza intoppi (che di solito si evitano seguendo scrupolosamente le raccomandazioni post-foratura).
Qui tempo fa aveva scritto la sua esperienza una ragazza, Anna Laura (amante del look che piace a Marty), che in Francia si è fatta fare da un piercer ben 4 buchi sulla cartilagine (con tecnica manuale ad ago) uno dei quali al trago. Ma ha raccontato che è stato MOLTO doloroso nonostante la soddisfazione per il risultato.

Stefania, immagino lo stupote dei tuoi cari, abituati a vederti senza orecchini quando improvvisamente ne hai sfoggiati ben quattro! 😉 Ma immagino avrai ricevuto solo complimenti!!!

Ciao e grazie per avere raccontato la tua esperienza!