Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11663 Risposta

Maria Teresa

Ciao Ragazzi! 🙂
Ho letto e apprezzato molto i post di Giacomo e di Matteo sugli orecchini di famose e bellissime attrici del passato che non avevano i buchi ai lobi, il che oggigiorno può apparirci strano ma per un periodo effettivamente la moda ha imposto la presunta “modernità” delle clips, come dimostra anche mia suocera che i buchi se li è finalmente fatti solo di recente a ben 67 anni ed a quanto pare nella sua generazione non è l’unica ad essersi decisa molto tardi dopo una vita di orecchini con clip.
A questo proposito vorrei citarvi qualche passo scelto dal libro sui gioielli intitolato ironicamente “Sotto i tre carati non è vero amore” di Paola Jacobbi che a riguardo degli orecchini scrive:

“Non c’è immagine che rappresenti meglio la femminilità di una donna alle prese con gli orecchini. In particolare quando se li sta togliendo. Inclinate leggermente la testa, scuotete un po’ i capelli, metteteci un po’ di malizia e sarà come fare uno strip tease senza mettere in mostra null’altro che un lobo o due. (….) Per le donne, sono stati a lungo la perfetta metafora del detto «Chi bella vuole apparire, molto deve soffrire» (….) È solo da un secolo o poco più che viene inventata la chiusura a clip che consente, finalmente, anche a chi non ha il lobo forato di portare gli orecchini. La clip è una novità talmente apprezzata, un segno di progresso civile, che negli anni Cinquanta e Sessanta le signore borghesi non indossavano altro, giudicando l’antica usanza [cioè quella di farsi praticare il foro nei lobi] arretrata, da contadini. Ma la controtendenza è durata poco. La moderna clip, almeno secondo la mia esperienza, ha uno svantaggio non da poco: gli orecchini si perdono più facilmente. (….) Oggi, di nuovo, è difficile trovare ragazze che non abbiano almeno i due fori d’ordinanza”

Un bacio da Maria Teresa