Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11242 Risposta

Matteo

Ciao wx1… o forse dovrei chiamarti Gina 😉

Torno a scrivere su questa pagina – che vedo con piacere sempre più ricca di esperienze e testimonianze – per fare gli Auguri di un Felice Natale e di un Sereno Anno Nuovo a tutti voi che avete scritto e scriverete qui consigli e testimonianze e a tutti voi che leggerete. E soprattutto a chi, condividendo le proprie esperienze, mi hai aiutato con preziosi consigli a rendere ancora più graziose e felici quattro già bellissime donzelle d’ogni età… e a breve una quinta ragazzina della mia famiglia che sta per ricevere un regalo di Natale desiderato a lungo!

Un augurio speciale anche alle simpaticissime signore Carla, Marida e Stella che si accingono (o magari lo hanno appena fatto?) al “rito” dell’inserimento dei primi orecchini e a Teresa, la cui mano esperta è stata scelta per eseguire la foratura dei lobi.
Trovo affascinante che abbiate preso finalmente questa decisione per essere ancora più vicine alla tradizione locale che mantenete viva col vostro gruppo folcloristico.
Mi raccomando, tornate a raccontarci come è andata, ma sono certo che anche voi ne sarete felici!

Mi permetto solo di darvi qualche semplice consiglio, anche se immagino sia superfluo ma lo scrivo lo stesso a beneficio di chi leggerà in seguito. Non so come sia fatto l’aggancio degli orecchini tradizionali che prevede il vostro costume (intendo la parte che si inserisce nel lobo dell’orecchio) nè il peso di questi orecchini probabilmente pendenti. Valutate bene e NON ABBIATE FRETTA di inserirli troppo presto nei vostri lobi bucati di fresco che potrebbero non essere ancora in grado di sostenerli e sopportarne i movimenti. Indossate il più possibile orecchini in oro (oppure acciaio chirurgico, titanio o argento 925 purché anallergici e privi di nichel) piccoli e leggeri che non vi diano fastidio durante la notte (meglio non stressare troppo il forellino ancora tenero nel metti/togli per sostituire gli orecchini) e senza stringere eccessivamente la chiusura (se di tipo a farfallina) per far “respirare” la ferita in corso di guarigione. Vanno benissimo i cerchietti d’oro piccini.
La piccola ferita impiega da 4 a 6 settimane a rimarginarsi ma il processo di cicatrizzazione del forellino impiega circa 6 mesi per giungere a una prima ed ancora parziale rinsaldatura: a questo è punto è ancora sconsigliabile l’uso di pendenti e orecchini col gambetto molto curvato (tipo quelli ad amo) o pesanti però potrete iniziare a togliervi gli orecchini durante la notte ma meglio continuare a portarli ogni giorno per non rischiare che il buco si restringa provocando dolore quando tenterete di inserire nuovamente un orecchino. E’ necessario almeno un anno per una rinsaldatura completa e comunque, anche se la cosa varia da lobo a lobo, portare orecchini pesanti a lungo sarà sempre sconsigliabile: al massimo limitatevi a una serata, di tanto in tanto, e non avrete problemi.

TANTISSIMI AUGURI !!!