Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11252 Risposta

Matteo

Ciao Gina… vale “anche per i maschietti” dici? Sai, ci ho riflettuto sull’orecchino maschile in questi ultimi tempi, da quando ho iniziato a bucare i lobi alle mie gentili “pazienti” di ogni età ma tutte femminucce.
Ci ho riflettuto perché il fascino del “rito” della foratura dei lobi è in qualche modo “contagioso” e ti inizi a domandare: cosa si prova quando ci si sottopone? E perché non provarlo anch’io, mettendo l’orecchino?
Ma alla fine la risposta (nel mio caso) è stata no, per me non avrebbe senso. Sarà che l’idea dell’orecchino per me non l’avevo mai presa in considerazione perché proprio non mi ci vedo (posto che oltre al mitico Cortomaltese ci sono ragazzi e uomini che lo sanno portare bene, ma perché è coerente col loro stile), sarà che alla mia ragazza non piacerebbe affatto se lo mettessi… ma alla fine l’argomento che mi ha fatto scartare l’idea è che tanto non sarebbe affatto la stessa cosa. Per noi maschi l’orecchino non è una tradizione plurimillenaria, piuttosto una moda che ciclicamente si ripropone nella moda per poi scomparire. E soprattutto non è quel “rito di passaggio”, quel tradizionale momento che si tramanda di madre in figlia come un passaggio di testimone, anche emotivo, tra le generazioni come è per voi donne per cui è una vera tappa della femminilità.
Se penso ai miei amici che hanno “messo l’orecchino” da ragazzini, l’elemento fondamentale era la “trasgressione” (e infatti ci litigavano coi genitori, mentre io preferivo discuterci per altro, se proprio dovevo), mentre per chi lo mette più da adulto è più un fatto di moda o di immagine (come un piercing) ma siamo mille miglia distanti dal fascino rituale dei primi orecchini femminili.
E così mi accontento – ma ripeto, lo ritengo un onore e un privilegio – che un episodio casuale mi abbia portato a scoprire questo rituale che non avevo nemmeno immaginato e che è stato emotivamente significativo per le ragazzine e le donne che si sono affidate alla mia mano. Sono felice di esserne stato parte. E spero che ci sia occasione di esserlo ancora in futuro.
Di certo ora quando vedo il viso di una ragazza o una donna abbellito dai suoi orecchini oltre a notarlo lo apprezzo più che mai!

Arrivederci 😉