Menu Chiudi

Rispondi a: Buchi alle orecchie per orecchini: dove, come, quando

#11263 Risposta

Silvana

Ciao Gina, certo che non mi spiace se mi dai del tu, anzi mi fa piacere!

Sono tornata per raccontare anche la mia esperienza visto che ieri pomeriggio sono finalmente andata a farmi bucare le orecchie nella farmacia che mi avevano consigliato e sono molto soddisfatta di averlo fatto e del servizio ricevuto sia per professionalita’ e cortesia della dottoressa che ha svolto il servizio, sia per attenzione all’igiene (guanti sterili) e metodologia utilizzata con una pistola a pressione manuale (il famoso metodo “Inverness” di cui aveva gia’ parlato Sabina: mi e’ stato fatto notare che non a scatto e caricata a molla come si usava un tempo) che dicono sia piu’ dolce ed inserisce orecchini contenuti un una cassettina sigillata e sterile che si possono scegliere tra una varieta’ di modelli e colori. Ho scelto un paio di punti luce con swarovski bianco montati in oro, un po’ piu’ cari ma che potro’ continuare a mettere anche successivamente. Molto carini. Il costo e’ solo quello degli orecchini e la foratura in se’ come servizio e’ gratuito.

A livello dolore direi molto meno di quel che mi sarei aspettata anche se il lobo viene preventivamente disinfettato ma non anestetizzato. La puntura cioe’ si avverte ma e’ rapida, poi un forte calore e infine resta per qualche ora un lievissimo senso di bruciore che diminuisce via via ma nulla di particolarmente fastidioso. Per capirci direi che fa più male di una comune iniezione o del prelievo del sangue ma è meno doloroso di una ceretta, anche se l’idea che ti stiano per perforare i lobi fa piu’ impressione a pensarci.

Non ho avuto particolari problemi a dormire anche perche’ gli orecchini che mi hanno messo al posto della farfallina classica hanno una chiusura posteriore “a cappuccio” che copre l’estremita’ acuminata del perno dell’orecchino da foro. Sulle prime inoltre e’ fastidioso ruotare gli orecchini ma va fatto e si sopporta. Mi hanno dato un foglietto con istruzioni ben dettagliate da seguire per la cura nei primi tempi e anche un flacone di disinfettante apposito da applicare mattina e sera.

Per quanto riguarda il lato “emozionale” della cosa sono molto d’accordo con cio’ che aveva scritto Matteo perche’ in effetti la foratura delle orecchie ha proprio un suo fascino “iniziatico” ed e’ anche emozionante quando ti viene dato in mano uno specchio per ammirare il risultato e vedi per la prima volta gli orecchini proprio inseriti attraverso i tuoi lobi!
Alla fine e’ per davvero un’esperienza piacevole (nonostante implichi una piccolissima sofferenza) e addirittura divertente come aveva già scritto Carla! Persino mio marito che mi ha accompagnata era molto curioso e intrigato dalla cosa.

Per la cronaca loro i buchi li fanno ad adulti e bimbe dai 5 anni in su (ma solo se la bambina ne e’ davvero convinta) e mi e’ stato confermato che hanno forato i lobi di parecchie signore “over 60”, sia primi buchi come nel mio caso, sia buchi riaperti dopo anni di non utilizzo, sia fori supplementari (a proposito, mi ha fatto notare che sui miei lobi ci sarebbe anche lo spazio per un eventuale secondo foro)
Penso che rivolgersi ad una farmacia per i fori ai lobi sia un’ottima scelta, specialmente se trovate una dottoressa gentile e capace di farti vivere questa esperienza in modo gradevole e positivo. Ne conservero’ un bellissimo ricordo.

Ricambio l’abbraccio, un caro saluto!
Silvana