Menu Chiudi

Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

Fori ai lobi per orecchini Forum Esecuzione fori: domande e risposte Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

Questo argomento contiene 679 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Maria Teresa 3 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 151 a 165 (di 680 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #11329 Risposta

    Teresa

    Buongiorno !

    Torno a scrivere quì per dirvi che le amiche Carla, Marida e Stella erano bellissime lunedì scorso, giorno di Pasquetta alla prima uscita primaverile del nostro gruppo folkloristico, con i loro abiti tradizionali e finalmente anche loro con i caratteristici orecchini nei lobi forati. In special modo ammirati da tutti quelli di Carla, orecchini antichi tramandati nella famiglia del marito e di una fattura veramente squisita che era davvero un peccato conservare chiusi in una scatola e adesso son finalmente tornati a vivere !

    Per la prima volta credo nella storia pluri-decennale del nostro gruppo tutte noi donzelle avevamo gli orecchini giusti, tutte finalmente dotate di buchi ai lobi. Le ragazze li avevano decorati coi fiori freschi come vuole la tradizione. Sono una veterana del gruppo di cui faccio parte fin da ragazza e all’inizio ero una delle poche assieme a qualche ” anziana ” ad avere le orecchie forate e credo di esser stata l’unica tra le giovani dell’epoca. Le altre non avendo i necessari fori mettevano alle orecchie qualcosa di pendente e luccicante con l’attacco a clip ma che niente aveva a che fare col nostro costume tradizionale
    Anche la mia decisione di fare i buchi è stata giovanile ma quasi adulta. Da bambina non ce li avevo nemmeno io ma ho voluto farmeli fare per mia volontà da ragazza e fu il mio primo contatto con l’arte dell’ago appresa dalle donne di famiglia. Se vi interessa vi racconterò anche io dell’avventura dei miei buchi.

    Anche da Carla, Marida e Stella un abbraccio a voi e soprattutto a Matteo e a Gina
    ma un specialissimo abbraccio ad Alba e al suo papà, che abbiamo letto la sua storia !

    Teresa

    #11330 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Ciao Teresa!

    Provando ad immaginare, deve essere stato emozionante e soddisfacente vedervi tutte con gli orecchini tradizionali per la prima volta.
    Anche tu nel club di quelle non tanto bambine a farsi i primi fori? 🙂 Ma è tutta un altra cosa quando si fanno perché si desiderano. Certo che ci farebbe piacere leggere la tua esperienza con i primi orecchini, raccontaci quando vuoi.

    Un abbraccio forte forte e cari saluti a Te, Carla, Marida e Stella.

    #11331 Risposta

    Matteo

    Cara Teresa, mi ha fatto piacere leggere questo tuo aggiornamento!

    Deve essere stato bello soprattutto per te che sei stata l’artefice e per le tre amiche “ritardatarie del lobo forato”: chissà quant’erano orgogliose di poter sfoggiare per la prima volta i bellissimi orecchini tradizionali! Sono sicuro che questi orecchini ora rafforzano ancor più il legame di amicizia e di complicità che già c’era tra voi.

    Dopo Gina anche tu Teresa mi stupisci: non avrei immaginato che appartenessi al “club delle non tanto bambine a farsi i primi fori”, come lo chiama Gina 🙂 Un club si rivela ben più numeroso di quel che si direbbe! A cui si aggiungerà tra qualche giorno un’amica di mia mamma e pressoché sua coetanea che mi ha chiesto di “intervenire” sui suoi lobi perché finalmente determinata ad abbandonare gli orecchini con le clips! Sinceramente non comprendo cosa l’abbia spinta ad utilizzarli per tutti questi anni: oltre ad essere decisamente meno eleganti da vedere, gli orecchini con clip a me paiono autentici strumenti di tortura. Ma non è mai troppo tardi evidentemente 😉

    Teresa, sono anch’io curioso di leggere l’avventura dei tuoi primi orecchini appena ce la vorrai raccontare.

    Ricambio di cuore l’abbraccio a te e alle amiche Carla, Marida e Stella.
    Un caro saluto anche a Gina e a tutti i lettori/lettrici di questa pagina!

    #11332 Risposta

    Maurizio & Alba

    Teresa carissima grazie, al mio papà farà piacere il tuo-vostro abbraccio. E un abbraccio forte forte a te e alle tue amiche del Gruppo Folkloristico a cui faccio un immenso in bocca al lupo per le vostre manifestazioni e le tradizioni della vostra terra che continuate a tenere vive!

    Anche se sono contentissima dei miei buchini da cui non ho ancora tolto gli orecchini di prima applicazione, leggendovi quasi mi dispiace di essermeli fatta fare in una comune farmacia – dove comunque mi sono trovata bene – perché avere una persona cara che ti buca le orecchie credo che renda quest’esperienza ancora più speciale e importante. Però devi aver la fortuna di conoscere una persona che sa il fatto suo come te, come Matteo o come la mamma di Gina e questo non è da tutti purtroppo.

    Ciao ciao, vi saluta anche Maury. Tornerò a leggervi, a presto!

    Alba

    #11333 Risposta

    sergio

    Salve Gente!
    Ho scoperto questa pagina qualche tempo fa mentre ero alla ricerca di informazioni per mia figlia che per il decimo compleanno ci ha chiesto di portarla a fare i buchi per mettersi gli orecchini. Come papà non avevo messo in conto che questo desiderio sarebbe arrivato così presto poi mia moglie mi ha fatto notare che anche lei gli orecchini se li era messi più o meno alla stessa età e tante compagne di nostra figlia li hanno. Ho fatto lo stesso le mie ricerche e ho letto varie esperienze su questa pagina scegliendo senza dubbio la strada della farmacia visto che pure qui in Svizzera molte fanno il servizio foratura lobi.
    Nonostante che gli orecchini visti indossati da donne o ragazze mi piacciono e ne ho anche regalati qualche paio a mia moglie ho una specie trauma infantile legato al ricordo di mia madre che si faceva bucare le orecchie dalla sua parrucchiera col vecchio metodo ad ago che viene descritto qui. Le aveva prima raffreddato i lobi col ghiaccio ma dalla faccia di mia madre che mi ricordo come se fosse ieri giurerei che i suoi lobi non fossero molto anestetizzati. Erano gli anni Settanta e io avevo circa 5 anni. Mia madre mi aveva portato con se’ ma non mi aveva preparato alla scena a cui avrei assistito. Sono rimasto scioccato vedendo poi mia madre tanto entusiasta nonostante il dolore e per niente arrabbiata con la sua “torturatrice” che anzi ha molto ringraziato e pagato.
    Nella mia testa di bambino (maschio) era inconcepibile l’idea che si potesse accettare tanta sofferenza per la voglia di farsi più carina con un paio di orecchini d’oro!
    Mi ricordo bene di mia madre che mostrava i suoi orecchini con orgoglio alle amiche! Per molto tempo io non riuscivo a guardarla in faccia senza che l’occhio fosse attratto dai suoi lobi con pallina dorata nel mezzo e mi faceva una certa impressione. Per molto tempo però non ne ho parlato a nessuno. Più avanti mio padre le regalò altri orecchini e se mi succedeva di vederla mentre se ne infilava un paio mi faceva senso.
    Non c’erano ancora le pistole bucaorecchie e credo che ci volesse una bella dose di determinazione e coraggio. Prima di trovare questa pagina non sapevo che il metodo ad ago avesse ancora oggi degli estimatori.
    Per mia figlia la farmacia è stata una soluzione ottima. L’ha accompagnata mia moglie io non me la sono sentita di assistere alla scena! Mi sono goduto la gioia della figlia, dopo!!!

    #11334 Risposta

    Matteo

    Ciao Sergio!

    Ti capisco sai? Credo proprio che anch’io se mi fossi trovato nella stessa situazione a 5 anni sarei rimasto un po’ “traumatizzato” alla vista della foratura dei lobi e non ne avrei nemmeno capito il senso. Non saprei dire se a 5 anni avessi già realizzato che per potersi mettere gli orecchini occorre farsi bucare il lobo, non è che badassi molto a queste cose, i miei interessi erano altrove.

    Eppure quel trauma infantile se ci ripensi adesso potrebbe averti insegnato qualcosa: la decisione di farsi fare i buchi alle orecchie, per quanto sia così comune, non è affatto banale e l’atto della perforazione è emotivamente coinvolgente. Anche questo (non solo la gradevolezza estetica) contribuisce al fascino degli orecchini che rispetto ad altri monili hanno in più questa eredità ancestrale e antichissima alla tradizione di praticare un foro in una parte del corpo per potervi inserire l’ornamento: un vero e proprio rito di passaggio.

    Vorrei tranquillizzarti: anche se l’operazione impressiona di più, i fori eseguiti con l’ago non sono poi così dolorosi rispetto alla pistola che è soltanto più rapida. Secondo la mia ragazza che ha sperimentato entrambe le tecniche la sensazione che si prova con l’ago è differente ma non peggiore. E alla fine la soddisfazione è molto più grande di quel poco di dolore che si è necessariamente dovuto sopportare.

    Sono contento che tua figlia abbia vissuto bene questa esperienza accompagnata dalla mamma. Hai fatto benissimo a goderti tutta la gioia del “dopo” senza trasmetterle la tua comprensibile agitazione 😉 Adesso voi genitori potrete accompagnarla a scegliere il suo primo paio di orecchini d’oro per quando potrà sostituirli. Oppure farle una sorpresa, se conoscete i suoi gusti 🙂

    Un saluto a te e tua moglie e un bacio alla vostra bambina!

    #11335 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Salve Sergio!

    Immagino l’impressione per un bambino di 5 anni e cosa possa sembrare veder forare i lobi alla madre o a una persona in generale, una terribile tortura o una punizione ^^’ io da piccola ero circondata da donne che già li avevano ma penso che a quell’età, senza sapere di che si trattasse, avrei reagito più o meno al tuo stesso modo.

    Come dice Matteo, farli con l’ago nel modo tradizionale non è affatto più doloroso se non in virtù del tempo necessario ad eseguirli, di qualche secondo maggiore.

    E godersi la gioia di tua figlia poi quando si guarderà allo specchio, resterà nei ricordi ancora di più del momento in cui se li è fatti.

    Cari saluti!

    ps: Grazie Matteo per essere presente, da un paio di settimane ho una pessima connessione ad internet e non se ne viene a capo tra telefonate e messaggi all’assistenza.

    #11336 Risposta

    Matteo

    Ciao Gina, mi dispiace per i tuoi problemi di connessione che spero risolverai presto 😉

    Non mi devi ringraziare di nulla, di tanto in tanto passo di qua per vedere se ci sono novità da vecchi e nuovi amici della pagina e se capita rispondo molto volentieri 🙂

    Da quel che mi pare di capire la figlia del nostro Sergio (spero che torni a leggerci) ha già fatto i buchi in farmacia accompagnata dalla mamma e si è trovata bene. Se leggerà anche i nostri commenti credo che tra la gioia della bambina per aver messo gli orecchini e le nostre esperienze Sergio potrà non solo riappacificarsi con l’idea stessa della foratura dei lobi ma proprio prendere coscienza di quanto questo momento sia importante per una donna e, a maggior ragione, per una ragazzina.

    Domenica scorsa ho forato i lobi all’amica di mia madre a cui avevo accennato qualche tempo fa. Proprio vero che la paura di questa “operazione” cresce proporzionalmente all’età se si tratta dei primi buchi: questa donna (madre di due figli) ha battuto il record di fifa blu tra le mie “pazienti”! Preparato tutto l’occorrente, all’ultimo momento stava quasi per rinunciare perché solo l’idea la impressionava. Ma alla fine, anche grazie a mia madre che ha fatto coraggio, si è fatta forza ed ha affrontato stoicamente il tutto… e la cosa più bella è che la soddisfazione e la gioia alla fine erano ancora maggiori della paura 🙂
    Era troppo felice di avercela finalmente fatta, continuava a dire che non riusciva a crederci! Alla fine anche per me è stata un’immensa soddisfazione e mia mamma era molto orgogliosa. Questa donna ci pensava da più di trent’anni ma non era mai riuscita a decidersi.

    Un caro saluto, a presto 😉

    #11337 Risposta

    Oriella

    Salve, ho 40 anni e da tantissimo tempo sono costretta a rinunciare agli orecchini più carini (quelli a clips gli ho provati qualche volta con poca soddisfazione) perchè non ho più i buchi ai lobi che mi ero fatta fare a 16 anni dall’estetista di fiducia di mia madre che utilizzava la comune pisotola foralobo non monouso che oggi per quanto ne sò dovrebbe essere vietata. La pistola nell’attimo di forare era rumorosa in modo fastidioso e provocava un dolore acuto che comunque passava in fretta ma ricordo che ero molto contenta perchè lo desideravo davvero tanto ed era una decisione pensata a lungo prima di decidermi. Sono stata fortunata e non mi ha dato particolari complicazioni disinfettando e roteando gli orecchini regolarmente come mi era stato spiegato, gli ho potuti sostituire dopo 15 giorni con un paio in oro.
    Il problema ce l’ho avuto un brutto giorno all’età di 21 anni quando di ritorno dal lavoro uno scippatore dileguato in un batterdocchio mi ha letteralmente strappato gli orecchini d’oro che papà e mamma mi avevano regalato per i diciott’anni. Erano due bellissime toppine (così le chiamiamo noi ma altri le chiamano monachelle) e lo scippatore mi ha lasciato i lobi lacerati da un taglio netto e sanguinanti. Per mia fortuna non sono andata al pronto soccorso ma mio papà è riuscito a avvisare subito un conoscente chirurgo che mi ha ricevuta immediatamente in ambulatorio e mi ha ricucito i due lembi di ciascun lobo facendo un lavoro splendido. La cicatrice verticale chiara rimasta dopo la rimozione dei punti è pian piano svanita e le mie orecchie sembra che non siano mai state bucate anche se sento internamente la ferita se premo i miei lobi con due dita. Ma l’esperienza dello scippo mi ha schoccata tanto che non ho mai avuto il coraggio di farmeli bucare di nuovo anche se avrei potuto farlo già due mesi dopo aver tolto i punti cioè 19 anni fà e anche se ogni tanto ho espresso il desiderio infatti marito e figlio mi hanno regalato i diamantini quando ho compiuto 40 anni e vorrei potermeli mettere. Abbiamo un amico infermiere che ha fatto già i buchi con l’ago a varie persone della sua famiglia tra cui sua moglie e le loro due bambine oppure la farmacista. Devo solo decidermi, sò che è un peccato rinunciarci agli orecchini ma sono sempre troppo titubante.
    Ciao e complimenti per la pagina molto informativa anche se non ho ancora letto tutti i commenti!

    #11338 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Cara Oriella, grazie per averci raccontato la tua storia.

    Comprendo lo strascico che lascia un atto infame come quello, passa del tempo però la memoria ne conserva lo shock, non devi tuttavia rinunciare a causa di questo a qualcosa che desideri. Devi superare l’apprensione, è importante non dare soddisfazione all’ansia; prendi il brutto ricordo, impacchettalo e gettalo da qualche parte distante nella mente, sostituiscilo con uno nuovo, come quello che può diventare il farsi un’altra volta i fori e l’emozione di guardarsi allo specchio indossando nuovamente gli orecchini che ti piacciono.
    Puoi andare con una persona di famiglia o un amica, va bene la farmacia (che adesso usa solitamente un metodo rapido e quasi indolore) ma se hai un amico infermiere che è pratico è anche meglio 🙂

    Un abbraccio e un grosso in bocca a lupo!
    Se lo desideri, torna a scriverci quando vuoi 🙂
    Gina

    #11339 Risposta

    Matteo

    Ciao Oriella e benvenuta!

    Poverina, ma che storia terribile hai vissuto… è perfettamente comprensibile che un evento tanto brutale ti abbia lasciato dentro tracce profonde dello shock che hai provato e non oso immaginare il dolore improvviso e lancinante di quello strappo…

    Però non posso che sottoscrivere anch’io ciò che ti ha già detto Gina. Non lasciare che un atto vile e violento del tuo passato continui a precluderti qualcosa che tu desideri e che è lì a portata di mano, nonostante quel vigliacco e il male che ti ha fatto nel fisico e più ancora nell’anima!
    Credo proprio che tuo marito e tuo figlio abbiano voluto scegliere di regalarti i punti luce per i tuoi quarant’anni proprio per spronarti a svoltare definitivamente dal peso di quel terribile ricordo: come ha già scritto Gina, andare a farti bucare di nuovo le orecchie e provare l’emozione e la soddisfazione di guardarti di nuovo allo specchio con gli orecchini che ti piacciono è il modo migliore per non darla vinta ai brutti ricordi. Tuo marito e tuo figlio lo sanno e con quel regalo hanno voluto dimostrarti tutto il bene che ti vogliono 😉
    Mettendoti gli orecchini che ti hanno regalato, ne sono certo, farai del bene prima di tutto a te stessa ma anche a loro!

    Ago o farmacista?
    Come ha scritto Gina sono entrambe ottime scelte. Oggigiorno le farmacie utilizzano sistemi monouso decisamente migliori delle pistole a scatto di una volta, per igiene, per delicatezza e per qualità del materiale degli orecchini (anche se i gioiellieri – ed anche le estetiste – più seri non lesinavano sulla qualità degli orecchini di foratura).
    Però se tu hai un amico infermiere che è pratico (del resto se non fosse tecnicamente all’altezza non avrebbe “esercitato” su moglie e figlie), personalmente fossi al tuo posto mi affiderei senz’altro alle sue mani. Questo perché si tratta di “operare” su lobi che, anche se ormai a prima vista non si nota, presentano un ingente tessuto cicatriziale, inevitabile postumo della lacerazione suturata, pur se a regola d’arte. E’ questo che senti premendo con le dita e che devi far notare alla persona che ti forerà di nuovo i lobi poiché non è saggio andare a perforare nella cicatrice, data la disomogeneità del tessuto che potrebbe inficiare la precisione del foro ed il risultato estetico finale.
    Hai fatto attenzione ai lobi di moglie e figlie del tuo amico? Se i fori per gli orecchini sono ben posizionati sui loro lobi puoi fidarti e trovare assieme a lui un nuovo posizionamento (non sopra la cicatrice) che sia ben centrato ed esteticamente soddisfacente. Ma è una cosa che va vista e valutata caso per caso (ogni lobo è differente) e, nel tuo caso specifico, anche palpando preventivamente con le dita per accertarsi della situazione cicatriziale. Questo una persona competente che utilizza l’ago lo può fare con estrema precisione.

    Ti parlo per esperienza personale. Sono uno studente di medicina e, come ho scritto nei vecchi commenti, la prima persona che mi ha chiesto di forarle i lobi (trovai questa bellissima pagina facendo ricerche in quell’occasione) fu mia madre, i cui buchi (fatti anche lei da un’estetista ma con l’ago) si erano chiusi a causa del prolungato non-utilizzo. Mia madre non era soddisfatta del precedente posizionamento e così anziché provare a riaprire i fori preesistenti (cosa nel suo caso teoricamente possibile) le ho fatto due buchi nuovi questa volta perfettamente centrati.

    Oriella, scusa la lunghezza, spero di esserti stato utile.
    Torna a farci sapere com’è andata 🙂
    In bocca al lupo e un forte, forte abbraccio!

    #11340 Risposta

    Damiano

    Scusata la lunga assenza, ma mi si era rotto il portatile e non ho potuto farvi sapere. Comunque finalmente l’orecchio è tornato alla normalità.. adesso ho pure un orecchino di bigiotteria che ho messo giusto ieri e per fortuna non sono allergico a quest’ultimo. Mia madre con quella pomata devo dire che mi ha proprio. Vorrei comunque ringraziarvi per la vostra disponibilità nel rispondere alle mie precedenti domande, detto questo grazie di tutto e buon proseguimento ^_^

    #11341 Risposta

    Matteo

    Ciao Damiano, che piacere rivedere un tuo post e sapere che tutto si è risolto per il meglio!
    Grazie a te per essere tornato a darci tue notizie e complimenti a tua mamma che ha saputo prendere la decisione giusta al momento opportuno: noi (io sono solo un semplice utente ormai con una certa esperienza nella foratura dei lobi iniziata anche grazie a questa bellissima pagina ma Gina ne è proprio l’artefice!) non abbiamo fatto altro che confermare la bontà della scelta della pomata per quel che si riesce a dedurre da una descrizione anche ben dettagliata, ma tua mamma è la persona che ha visto il problema e lo ha davvero risolto 🙂

    Un consiglio: dato che il buco è ancora “fresco”, ti invito ad andare molto cauto con gli orecchini di bigiotteria (a meno che non siano certificati in acciaio chirurgico oppure di quelli biocompatibili che vendono in certe farmacie) e soprattutto non utilizzare orecchini da bancarella o negozi cinesi eccetera perché anche se fortunatamente non sei allergico devi sapere che le dermatiti da contatto si acquisiscono (come dice il nome) proprio per contatto. E potresti acquisire l’allergia e le fastidiose reazioni che comporta proprio attraverso il rilascio di nichel (seppure minimo) del metallo che inserisci nel tuo lobo. Un piccolo orecchino in oro non costa molto e ti può salvare tanti fastidi.

    Un saluto… anche alla tua mamma! 😉

    #11342 Risposta

    Teresa

    Buongiorno Oriella !
    Spero di poterti dare del tu di già che su questa pagina è l’uso come tra buoni amici. Anche io sono shoccata solo al leggere quello che ti hanno fatto in quel brutto giorno e non ci sono parole per condannare quella brutalità.
    Non so se da quando hai scritto hai già preso delle decisioni però mi associo anche io agli amici Matteo e Gina per invitarti a superare quel ricordo orribile e l’ingiustizia di non poterti mettere gli orecchini che ti piacciono e che ti sono stati regalati dalle persone più care. Ti invito di cuore a considerare di farti bucare di nuovo le orecchie e di vivere questa decisione come se fosse la prima volta con la gioia di fare qualche cosa di bello per te stessa !

    Faccio ancora una volta i complimenti a Matteo per la precisione e la competenza che ha dimostrato. Sono di parte visto che anche io eseguo i fori con l’ago da anni e ne ho fatti a tante amiche, conoscenti, parenti a cominciare dalle mie figlie. Ma nel tuo caso vista la situazione della cicatrice della ricucitura ( anche se non più visibile ) c’è una ragione in più per affidarti all’amico infermiere se è davvero abile ed esperto nel forare i lobi.

    E poi Oriella cara una ragione in più te la voglio dare io : non sottovalutare il potere dell’amicizia, farsi fare i buchi da una persona amica è qualcosa di bello che resta tra i ricordi cari e al tuo posto non mi perderei questa opportunità !

    Ti auguro tutto il meglio e spero anche io che tornerai a raccontarci !

    #11343 Risposta

    Teresa

    Buongiorno amici !

    Avevo scritto tempo fa che se volevate vi avrei raccontato la storia dei buchi alle mie orecchie e della mia appartenenza al ” club delle non tanto bambine a farsi i primi fori ” e scusate il ritardo ma eccomi quà. Vi incollo sotto quello che ho scritto nel frattempo rimettendo insieme i miei ricordi e sperando di non risultare troppo noiosa.

    Eravamo a metà degli anni Sessanta e avevo infatti già compiuto 15 anni quando sono riuscita a realizzare questo mio desiderio che all’epoca non aveva niente a che fare con le nostre tradizioni locali visto che il Gruppo folkloristico di cui faccio parte sin dalla fondazione è nato qualche anno dopo ma quei buchi mi tornarono utili essendo l’unica ragazza del gruppo seguita poco dopo da mia cugina a poter mettere gli orecchini tradizionali come avevano alcune signore più anziane.
    In quel periodo infatti avere le orecchie forate non era tanto di moda e infatti mia madre che era una donna per così dire ” progressista ” si era ben guardata dal sottopormi al barbaro rito della foratura dei lobi per pa Prima Comunione o per la Cresima come avevano fatto a lei che come tantissime donne della sua epoca aveva rinnegato quei buchi avuti per obbligo e non per scelta e li aveva lasciati chiudere per disuso prolungato preferendo mettersi nelle occasioni importanti degli orecchini a pinzetta di bigiotteria che oggi sembra una scelta incredibile visto che erano bruttini e scomodi ma a quel tempo era considerato moderno e al passo con la moda.
    Solo che io avevo trovato in un cassetto gli orecchini d’oro di mia mamma che erano dei semplicissimi cerchietti portati da ragazzina quando aveva ancora i buchi ” in attività ” e poi presto rinnegati e messi da parte tra l’oro vecchio che nessuno indossa più. Mi avevano incuriosito e li trovavo bellissimi così come dopo essermi fatta raccontare tutto da mamma ero letteralmente affascinata dall’idea del foro ai lobi e attratta in modo irresistibile dalla voglia di provare anche io quell’esperienza per sfoggiare alle mie orecchie quei cerchietti d’oro che per mia madre erano una roba del passato un po’ barbara e un po’ contadina.
    Mia madre non mi prese sul serio la prima volta che gliene ho parlato ma poi insisti e insisti questa mia voglia di fare i buchi è arrivata all’orecchio di nonna e zia della mamma che invece da donne di vecchio stampo come erano avevano ancora il gusto di portare gli orecchini d’oro a buco e più che altro conservavano la memoria e i segreti del rito della foratura dei lobi che ormai sembrava andato per sempre in disuso.
    La mia determinazione mi valse la loro ammirazione e forse ai loro occhi faceva di me una ragazzina ” di sani principi ” ma a me piaceva proprio l’idea degli orecchini infilati attraverso il lobo e ancora di più dopo che avevo visto al cinema che anche la giovane e bellissima Caterine Deneuve ce gli aveva !
    Così in un pomeriggio che non dimenticherò mai a casa di nonna e con l’aiuto della prozia fui iniziata all’arte antica della foratura dei lobi col metodo tradizionale dell’ago eccitatissima come può essere una ragazzina avventurosa ma anche spaventata dal dolore che avrei potuto sentire ma l’emozione era più forte e quasi non riuscivo a rendermi conto che stavo davvero per farmi bucare le orecchie.
    Con mia sorpresa le mani sapienti della prozia mi fecero molto meno male di quanto sarei stata disposta a sopportare e dopo ero letteralmente euforica nel guardarmi con i cerchiettini d’oro che erano stati di mia madre e che lei aveva disprezzato ingiustamente.

    Mia madre non lo ha mai detto ma quando mi ha vista con le orecchie bucate non era sorpresa ma era chiaramente delusa di me. Sorprese erano le amiche e le coetanee, alcune orripilate dalla sola idea di cosa mi ero fatta fare, altre affascinate e ammirate dal mio coraggio ( ricordo quanto mi gratificava ) dicevano che loro non avrebbero mai potuto osare tanto ma apprezzavano la mia scelta. La cosa bella della faccenda è che lungo gli anni o meglio lungo i decenni successivi ho bucato le orecchie a quasi tutte loro e anche alle loro figlie ! Ma nel frattempo la moda è cambiata e gli orecchini sono tornati ad essere quelli veri, gli unici che considero veri orecchini cioè che presuppongono il lobo forato, e addirittura forato più volte !
    La prima a cui ho bucato le orecchie personalmente ma ancora con la supervisione della nonna è stata mia cugina ma non ho eseguito molti fori prima di fine anni Settanta – inizio anni Ottanta. Persino mia madre si è affidata a me per farsi riaprire i suoi buchi !
    E poi finalmente come vuole la tradizione antica gli orecchini sono ritornati ad essere indivisibili dal rito della foratura dei lobi a cui si deve sottoporre ogni donzella che desidera ornarsi a dovere i suoi lobi. E facendole i buchi ho reso felici tante ragazzine e donne di ogni età che conservano un bellissimo ricordo di quel momento e ancora se ne parla tra noi anche a distanza di anni !

    A proposito: le amiche Carla Marida e Stella di cui vi porto il caro saluto sono sempre bellissime con gli orecchini tradizionali a ogni uscita del nostro gruppo ma lo sono anche con gli orecchini che hanno ricevuto in regalo nel frattempo e che indossano tutti i giorni con la piena soddisfazione per la scelta fatta …. anche se tardi …. ma non è mai troppo tardi !

    Vi abbraccio e scusatemi se son prolissa !

   
Stai vedendo 15 articoli - dal 151 a 165 (di 680 totali)
Rispondi a: Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]
Le tue informazioni: