Menu Chiudi

Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

Fori ai lobi per orecchini Forum Esecuzione fori: domande e risposte Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

Questo argomento contiene 679 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Maria Teresa 2 mesi, 1 settimana fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 181 a 195 (di 680 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #11359 Risposta

    Elena

    Buongiorno gentilissima Gina! Ti confermo l’arrossamento della pelle accompagnata da fastidiosa sensazione di prurito che provo sui miei lobi se tento di applicare gli orecchini a clips. Siccome questo tipo di effetto non lo mai provato su altre parti del corpo nemmeno a contatto con metalli (orologio, braccialetti o catenine) non avevo considerato la possibilità di un’allergia e credo che questa cosa debba essere valutata attentamente prima di procedere eventualmente ad eseguire i fori.
    Ti confermo che le “palline” sottopelle sono presenti in entrambi i miei lobi lisci esternamente. Queste specie di palline più dure si percepiscono chiaramente premendo il lobo però non sono affatto dolorose al tatto e non mi provocano nessun tipo di fastidio.
    Sono d’accordo con il tuo consiglio di chiedere a un esperto e infatti ho deciso di parlarne prima di tutto al medico di famiglia della mia intenzione di effettuare i fori per gli orecchini facendo valutare direttamente la situazione dei miei lobi per decidere la fattibilità della cosa ed eventualmente facendomi indirizzare da uno specialista se necessario.
    Potrebbe sembrare eccessivo rivolgersi al medico per dei semplici orecchini però continuare a rinunciare a potermeli mettere mi dispiace ma data la particolarità dei miei problemi non voglio rischiare di peggiorare di più la situazione facendomi fare i fori se i miei lobi non sono in grado di sopportarli.
    Ti farò sapere presto quale è stato il responso.

    Per il momento grazie davvero!
    Elena

    #11360 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Prego! 🙂

    I lobi sono punti abbastanza delicati, può darsi che in qualcuno degli orecchini a clip sia presente un particolare metallo o materiale che ti scatena quella reazione, anche quelli senza nickel non sono sicuri al 100%.

    Non è eccessivo, non preoccuparti, prevenire è sicuramente meglio per evitare di avere altri fastidi in futuro.

    In bocca al lupo!

    #11361 Risposta

    Matteo

    Ciao Gina e ciao Elena, benvenuta! 🙂

    Mammamia, mi son perso qualcosina eh? Mi scuso con tutte e due visto che Gina aveva fatto il mio nome ma fino ad ora non avevo ancora letto. Scrivo qui e non sotto perché avete messo tanti post nel frattempo e lo spazio stava diventando strettino per la lettura 😉 Però complimenti a tutte e due: a Elena per la chiarezza con cui hai spiegato il problema e a Gina perché secondo me ci hai preso, individuando i due problemi che affliggono i lobi della nostra Elena.

    Premetto che un parere medico (perché in questo caso lo è, ed è dermatologico) non può mai essere considerato sicuro se dato in base alla sola descrizione e non dopo visita del paziente per “toccare con mano” (nel caso di Elena toccare con mano è d’obbligo), dopo avere letto con attenzione quanto avete scritto nel frattempo mi sento di dare un parere di cui sono ragionevolmente certo.

    I lobi di Elena soffrono di due distinti problemi entrambi causati dall’uso prolungato (oserei dire: prolungato oltremisura) degli orecchini a clip:

    1) L’ispessimento interno che si percepisce premendo il lobo con le dita nel punto in cui solitamente poggiavano (e stringevano) le clips, cioè quella che Elena definisce “pallina più dura” interna è, come ha scritto Gina, causata dalla pressione delle clip ma credo non si tratti di vera e propria “cisti” bensì dell’esito cicatriziale dei ripetuti traumi interni ai tessuti del lobo che le clips troppo strette hanno provocato nel tempo. Di fatto non è nulla di diverso dall’ispessimento che, stringendo il lobo fra pollice e indice, può notare in corrispondenza del foro ogni persona che ha i buchi ai lobi già ben cicatrizzati. Solo che nel caso dei lobi forati si tratta della cicatrice che il tessuto forma attorno al piccolo “tunnel” del forellino, mentre nel caso di Elena il tessuto cicatriziale è probabilmente meno “netto” e forma una masserella interna indurita. Ho riscontrato lo stesso problema nell’ultima persona a cui ho bucato le orecchie: un’amica di vecchia data (e coetanea) di mia madre che ha portato gli orecchini a clip per decenni solo perché aveva fifa di farsi fare i buchi. Questa signora, a differenza di Elena, non soffriva di altri problemi cutanei ma i suoi lobi presentavano all’interno la masserella cicatriziale nel punto usuale di attacco delle clips. Prima di bucare eseguo sempre una “ricognizione” della condizione del lobo stringendolo tra le dita, essenziale per decidere il punto: infatti non è saggio andare a forare il tessuto cicatriziale perché la sua disomogeneità non solo renderebbe l’operazione di foratura più dolorosa e traumatica per la paziente, ma il rischio è di ottenere un foro non perfettamente dritto (esteticamente non gradevole quando si mettono orecchini a cerchio, che potrebbero assumere un’angolazione indesiderata, oltre alla possibilità che inserire e togliere gli orecchini risulti poi fastidioso o difficoltoso). La localizzazione in corrispondenza dell’indurimento va dunque evitata dalla persona che fora il lobo, ma questo non dovrebbe essere un problema! Come nel caso dell’amica di mia madre, il punto in cui vengono usualmente pinzati gli orecchini a clip non coincide con quello esteticamente ottimale per il foro (grosso modo a centro lobo, anche se ogni lobo è un caso a sé) ma di solito è più vicino alla guancia, così il lobo può essere tranquillamente forato proprio dove risulta esteticamente più gradevole evitando la massa cicatriziale interna.

    2) Come ha giustamente intuito Gina, il fastidio superficiale con rapido episodio di arrossamento e prurito che aveva cominciato ad insorgere improvvisamente (e ovviamente tutt’ora presente in caso di utilizzo di orecchini a clip) è senz’altro una reazione allergica, effetto di una dermatite da contatto. Acquisita in modo analogo alle persone che si sono fatte forare i lobi e hanno poi scoperto (improvvisamente) di essere diventate intolleranti verso gli orecchini di bigiotteria. L’indiziato numero uno è il nichel ma si può essere intolleranti anche ad altri metalli (quelli più sicuri e biocompatibili quasi per tutti sono il titanio, l’oro, l’acciaio chirurgico e normalmente anche l’argento 925). Spesso gli orecchini a clip (anche se relativamente costosi) non sono fabbricati con gli stessi standard di sicurezza di quelli a buco perché si suppone (erroneamente) che non penetrando attraverso il corpo ma restando semplicemente aderenti alla superficie cutanea non possano creare problemi. A anni fa, quando non vigevano nemmeno regolamentazioni sul nichel-free, era ancora peggio!
    Di fatto l’uso (anzi, abuso) quotidiano e prolungato di orecchini a clip che pinzano il lobo esercitando una forte pressione per molte ore consecutive ha progressivamente indebolito la cute dei lobi di Elena (vedi segno che restava “inciso sul lobo” dopo aver tolto gli orecchini e scompariva in un paio d’ore) cosicché il contatto con la lega metallica allergenica ha potuto esercitare l’azione sensibilizzante né più né meno che inserendo un orecchino di materiale non sicuro in un lobo forato, perché lo strato cutaneo così indebolito permetteva alla sostanza allergizzante di penetrare anche a livello dei piccoli capillari che vascolarizzano il lobo dell’orecchio.
    Elena non ci ha scritto se la reazione di arrossamento e prurito è più marcata frontalmente o sul retro del lobo, ma scommetterei che sia più pronunciata davanti, dato che sul retro gli orecchini a clip hanno una “paletta” di chiusura più larga che “incide” meno.
    La dermatite da contatto una volta acquisita ha effetto permanente, aggravata dall’indebolimento della cute in quel punto, quindi si presenterà sempre al contatto con la sostanza allergenica. Ma questo non esclude la possibilità di effettuare i fori (che anzi mi sentirei di consigliare a Elena se intende tornare a mettere degli orecchini, a patto che siano di metalli sicuramente biocompatibili, evitando per sempre la bigiotteria) perché, a differenza di quelli a clip, gli orecchini per lobo forato (mi raccomando, che siano leggeri) non premono e non stressano in alcun modo il lobo.

    Una visita medica preventiva, anche “per dei semplici orecchini” non è MAI eccessiva. Forse che anche i lobi non sono una parte del nostro corpo?

    Mi raccomando Elena, se deciderai di andare a farti fare i buchi ricordati di far presenti i problemi di cui hai sofferto al farmacista o alla persona che li eseguirà, anche per scegliere gli orecchini di foratura nel materiale più sicuro possibile. Sono disponibili anche in titanio, che ti consiglierei per iniziare. Per sicurezza però informati prima nella farmacia a cui ti rivolgerai.
    Dopo, una volta effettuati i fori, come ti ha già consigliato Gina (ma il suggerimento viene dalla nostra amica Teresa), ti suggerisco di applicare anche il tea tree oil (è questo il nome esatto, si trova con facilità nelle erboristerie) per lenire e decongestionare, oltre alle cure e al disinfettante che ti verrà prescritto con le istruzioni che ti saranno date dalla persona che ti farà i buchi e che ti raccomando di seguire alla lettera.

    Elena, Gina, sono stato lungo (beh, dovevo farmi perdonare l’assenza durante la vostra conversazione, spero di aver “rimediato” 😉 ) ma vorrei ancora far notare che questa storia ci insegna qualcosa. Elena ha scritto di non aver voluto far bucare i suoi lobi con l’intenzione di “preservarli”, salvo poi accorgersi che avrebbe fatto meno danni forandoli. Questo è vero: gli orecchini a clip sono un rimedio accettabile occasionalmente per la donna che non intende indossare regolarmente gli orecchini salvo qualche occasione speciale e sporadica, per cui pensa non valga la pena forare i lobi. Gli orecchini a clip sono come un rimpiazzo di fortuna ma non sono veri orecchini! Oltre a essere scomodi (ci sono donne come mia madre che raccontano di non averli mai sopportati perché dopo un po’ che li hai pinzati fanno persino venire mal di testa), facili da perdere (o stringono troppo o scappano via facilmente) ed esteticamente penalizzanti (le clips a volte si notano anche troppo, l’orecchino non resta mai centrato nel punto ideale del lobo), esercitano sul lobo un’azione tremendamente innaturale. Un lobo pinzato, insomma, è persino più “innaturale” di un lobo forato, sicuramente dal punto di vista della salute e del comfort della persona che indossa gli orecchini. C’è da stupirsi che gli orecchini a clip abbiano avuto qualche decennio di grande diffusione (come anche mia madre conferma) ma ci sarà un motivo se le donne hanno tradizionalmente forato i loro lobi e se, dopo qualche anno di appannamento, la foratura del lobo si è riproposta con prepotenza, diventando pressoché irrinunciabile 😉
    Trovo che gli orecchini siano un bellissimo gioiello che dona a ragazze e signore un tocco aggiuntivo di femminilità e il lobo forato a mio parere è parte integrante del loro fascino e della tradizione.

    Elena, un caro saluto e in bocca al lupo… facci sapere com’è andata!
    Gina, anche a te un caro saluto e una bella pacca sulla spalla… complimenti per la diagnosi! 😉
    A presto!

    #11362 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Ciao Matteo! E grazie mille per l’accurata ed esauriente spiegazione che sarà utile ad Elena quando ripasserà a leggere e non solo a lei.
    Scusate per la papera che ho preso sul tea tree oil (ho corretto il messaggio sotto), spero Elena non sia andata a chiederlo così come l’ho scritto. Scusa Elena!

    Ricambio la pacca Matteo, c’era un’amica alle superiori con lo stesso problema di allergia ed ho conservato qualche ricordo. Mia madre, saltuariamente li indossava gli orecchini a clip oltre a quelli nei fori, confermo, lamentava sempre un bel mal di testa dopo appena una mezzora, alcuni altri invece non le davano fastidio.

    Ps: Se clicchi su “rispondi” direttamente sotto il primo messaggio di una discussione, in ordine temporale dovrebbe comparire in alto in un box più largo, senza attaccarsi sotto agli altri che effettivamente dopo un po’ tendono a diventare una strettoia 😀

    #11363 Risposta

    Elena

    Buongiorno Gina e Buongiorno Matteo!
    Matteo, mi aveva scritto Gina che sei un ragazzo in gamba e ho letto qualche tuo intervento qui nel forum ma ti voglio dire che sei un vero portento! Ti ringrazio per la spiegazione accuratissima e molto più che esauriente e per il tempo che che mi hai dedicato (vale anche per la gentilissima Gina, sempre così disponibile e paziente).
    Questa mattina sono stata dal medico di famiglia che dovevo già vedere per alcune prescrizioni farmaceutiche e come avevo scritto ne ho approfittato per spiegargli la situazione passata e presente dei miei lobi e la mia intenzione di effettuare i fori per gli orecchini. Mi ha confermato anche lui la diagnosi che voi Gina e Matteo mi avevate già prospettato a distanza (bravissimissimi !!!) ma non è stato nemmeno lontanamente preciso e prodigo d’informazione come è stato Matteo che non solo ti fa la diagnosi ma ti spiega proprio il perchè e il per come delle cose e te lo riesce a fare in modo dettagliato ma facilmente comprensibile a tutti. Bravo è il minimo che ti posso dire Matteo, sei ancora un giovane studente ma si vede quanto sei scrupoloso, anche se non ne hai bisogno ti faccio il mio in bocca al lupo per la tua futura carriera di medico!
    Matteo, sai che hai pure indovinato la tua scommessa: l’irritazione della reazione allergica si manifesta davvero molto più pronunciata sulla parte anteriore dei miei lobi che sul retro!
    Avendone vissuto le conseguenze sulla mia stessa pelle sono anche molto d’accordo con le tue opinioni sull’abuso degli orecchini a clips che purtroppo io ho fatto con l’intenzione di preservare i lobi e ottenendo di essermeli maciullati per benino. A saperlo, siccome a me piaceva mettere gli orecchini ogni giorno me li sarei fatti bucare già parecchi anni fà.
    Gina, non farti problemi per la “papera”, il tea tree oil (non ricordo come l’avevi scritto prima) non l’ho ancora cercato ma lo farò sicuramente in previsione dei fori. Grazie a entrambi per il consiglio!

    Infine Gina e Matteo vi chiedo il vostro parere sulla raccomandazione che il medico mi ha fatto di non effettuare i fori in una semplice farmacia ma andar sul sicuro prendendo appuntamento da una dermatologa che mi ha indicato lui e che effettua anche questo tipo di servizio precisando che mi costerà di più ma è più attrezzata a far fronte a un caso un po’ “particolare” come il mio. Non so che sistema usa però. Che dite? telefono per prendere subito l’appuntamento?

    Grazie ancora carissimi Gina e Matteo
    Siete fantastici!
    Elena

    #11364 Risposta

    Matteo

    Ciao Elena, vedo che sei ben determinata a risolvere il tuo problema e l’hai preso di petto. Ottimo, si vede che hai tanta voglia di tornare a poterti mettere gli orecchini e che vuoi far le cose per bene 😉

    Ti ringrazio per le cose belle che mi hai scritto (crepi il lupo!) Non so se hai letto i vecchi post ma io mi sono avvicinato alla foratura dei lobi per puro caso quando mia madre, fidandosi di me che avevo buona pratica e buona mano… a fare iniezioni, mi ha chiesto di rifarle i buchi ai lobi (quelli che aveva un tempo si erano richiusi per prolungato inutilizzo e lei non era nemmeno soddisfatta del posizionamento), così per non deluderla ho fatto ricerche trovando molte informazioni utili su questa pagina creata qualche anno fa da Gina (non la ringrazierò mai abbastanza per averla realizzata e per la generosità con cui continua a seguirla) che ormai è un vero punto di riferimento per i buchi ai lobi. In internet abbondano siti più o meno specialistici sui piercing più “esotici” ma il tema dei tradizionalissimi buchi ai lobi è trattato solitamente con una certa superficialità, come se fosse tutto scontato. Insomma, devo molto a questa pagina e alle persone che ho incontrato qui (come Teresa) se mi sono appassionato e ho continuato a bucare le orecchie anche di altre persone in seguito me lo hanno chiesto rimanendo affascinato da questa tradizione.

    Apprendo ora da te che esistono dermatologi (dunque parliamo di un medico specialista) che eseguono la foratura dei lobi! Interessante a sapersi, questa cosa mi incuriosisce molto…
    Il tuo medico curante penso sia persona degna della tua fiducia e il consiglio che ti ha dato ritengo sia valido, quindi ti esorterei a prendere l’appuntamento ma non prima di aver chiesto a questa dermatologa alcune informazioni basilari. Se è una persona corretta e professionale non esiterà a dartele per telefono.

    Dovresti domandarle:

    1) Quale tecnica usa per i fori, se utilizza l’ago oppure un dispositivo usa-e-getta a pressione (tipo farmacia) ok, se utilizza una pistola a scatto no, sappi che quest’ultimo sistema in molte Regioni è stato (giustamente) vietato per ragioni igieniche (oltre tutto risultava anche più doloroso ma soprattutto più traumatico per i tessuti) e le gioiellerie che lo utilizzavano o hanno cessato di offrire il servizio o hanno optato per l’apparecchio monouso a norma.

    2) Quale sarà il materiale dei primi orecchini che ti verranno applicati. In assoluto nel tuo caso preferirei in assoluto il titanio, con acciaio chirurgico e oro come alternative ma tassativamente niente di meno di questo! Vale anche se gli orecchini dovrai essere tu a procurarli: nel caso scegli piccolissimi orecchini a lobo con perno dritto oppure piccoli cerchietti con perno dritto o poco curvato se autorizzati dalla persona che ti farà i fori. Per varie settimane dovrai tenerli anche la notte, non devono darti fastidio né impigliarsi nel sonno.

    Se non ti verranno date risposte soddisfacenti a queste due domande opta per una buona farmacia e possibilmente scegline una dove eseguono molti fori (di solito hanno le locandine ben visibili e un corner o meglio ancora un locale dedicato) e in cui c’è una persona specializzata che si dedica a questo servizio, a cui dovrai spiegare bene i problemi che hai avuto.

    Se ti verrà offerta la possibilità di anestetizzare i lobi prima della foratura, anche se detta così sembra una cosa allettante, ti consiglio di rifiutare: l’anestetico può modificare temporaneamente la consistenza dei tessuti del lobo (specie se si tratta di ghiaccio spray ma anche alcune pomate hanno questo sgradito effetto collaterale) e i fori potrebbero alla fine risultare non dritti (difficoltà o dolore nell’inserire gli orecchini) e/o non ben perpendicolari (angolazioni sgradite indossando orecchini a cerchio). Val la pena di “stringere i denti” (tranquilla, è un doloretto sopportabile facilmente anche da una bimba se desidera davvero gli orecchini) per qualche breve istante e ottenere in cambio fori eseguiti a regola d’arte!
    Tanto considera che gli “anestetici” che (sbagliando) alcuni utilizzano più che altro per tranquillizzare la cliente mitigano solo leggermente la sensazione ma non rendono comunque mai del tutto indolore l’operazione di foratura.
    In generale, sappi i fori eseguiti con l’ago non sono più dolorosi ma occorre qualche secondo in più di pazienza e di sopportazione.

    Rifiuta anche l’eventuale offerta di foratura simultanea (due addetti, uno su ciascun lato, che forano i due lobi in contemporanea, ho letto che alcune farmacie offrono questo servizio) perché accuratezza e precisione potrebbero risentirne: scegli di farti eseguire prima un foro e poi l’altro dalla stessa persona.

    Altro fattore da considerare molto attentamente, specialmente se andrai a farti bucare dalla dermatologa, è quanti buchi ai lobi esegue questa persona e quale è il suo senso estetico: è importante che ti sappia indirizzare bene per scegliere il miglior piazzamento possibile dei fori (su ciascun lobo ti farà prima un puntino sul lobo con una penna apposita che servirà da guida al momento di eseguire il foro). Lo dico contro il mio interesse (essendo maschio, ma io modestamente ho la “presunzione” di avere un ottimo senso estetico 😉 ), mi rincuora che la dermatologa sia una donna e presumibilmente una portatrice di orecchini lei stessa: voi donne normalmente siete più versate… salvo eccezioni, ovviamente! 😉
    Ti consiglio a questo proposito di non andare da sola a farti bucare le orecchie ma di portarti assieme un’amica o una pesrona di fiducia che possa consigliarti bene sul piazzamento dei fori. Un’altra persona vede i tuoi lobi meglio ancora di te stessa allo specchio. E mi raccomando: prima di procedere alla foratura hai IL DIRITTO di farti cancellare e riposizionare il puntino quante volte vuoi, finché il risultato non ti soddisferà pienamente! Ma tieni sempre presente che stai spaziando un orecchino, non un punto segnato a penna, e l’orecchino avrà un certo spessore. Immagina idealmente di dover centrare una perla o un punto luce. In generale (non so come è fatto il tuo lobo e ciascuno è storia a sé) evita assolutamente di farti piazzare il foro troppo vicino al margine inferiore del lobo.

    Elena, penso di averti scritto tutto ciò che ti occorre. Ma se hai domande ulteriori non esitare.
    Facci sapere appena puoi, sono molto curioso…

    Un caro saluto e anche a te… in bocca al lupo 😉

    P.S. Gina, se hai qualche appunto da fare prima che Elena decida, correggimi o aggiungi 😉

    #11365 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Grazie a te Elena 🙂

    Magari farci una chiacchierata prima con la dottoressa anche per telefono se possibile, senza impegno, per capire come ha intenzione di effettuare i fori e sapere in anticipo che attrezzatura e strumenti utilizza. Se la dottoressa è brava è senza dubbio la scelta migliore, può avere maggiore attenzione per i tuoi lobi verificando la loro condizione particolare direttamente.

    I migliori auguri di nuovo, facci sapere come va, un abbraccio!

    #11366 Risposta

    Elena

    Buongiorno Gina!
    Ho appena parlato al telefono con la dottoressa e mi ha dato un’ottima impressione, molto gentile e disponibile a dare spiegazioni. Le ottime spiegazioni che tu e Matteo mi avete dato mi hanno aiutata molto per spiegare precisamente il mio problema. A me lei ha spiegato che conosce bene i casi come il mio e dice che gli ha risolti felicemente ad altre donne con lo stesso problema. Bene no?
    Ho già fissato l’appuntamento per giovedì 9 giugno cioè la prima data disponibile. Non vedo l’ora anche se già so conoscendomi che all’avvicinarsi del momento mi verrà un poco di ansia ma va bè pazienza!
    Mi costa non poco (fanno 90 euro) ma nel costo sono compresi gli orecchini appositi da tenere almeno 6 settimane ed il flacone di disinfettante apposito da utilizzare nel periodo di guarigione. E mi risolve finalmente un problema che tutto sommato mi pesava.
    I fori verranno eseguiti con ago a mano e tutto il materiale sterile verrà dissigillato davanti a me al momento.

    Gina e Matteo non so come ringraziarvi!
    Vi farò sapere gli sviluppi.

    Elena

    #11367 Risposta

    Matteo

    Bravissima Elena, ti sei data da fare senza indugi, si vede che ci tieni tanto a tornare a portare gli orecchini 🙂

    Gina, ieri avevo scritto a Elena una serie di suggerimenti per contattare la dermatologa ma il messaggio è stato bloccato in moderazione. Poco male, anzi meglio così: ammetto di essere stato inutilmente prolisso (è un mio difetto e me ne scuso) e vedo che tu Gina hai poi suggerito a Elena tutto l’essenziale… così che la nostra amica Elena ha già preso il suo appuntamento per i buchi!

    Aggiungo solo un paio di suggerimenti per Elena in breve:

    Quando andrai a farti fare i buchi portati assieme un’amica o una persona fidata che abbia senso estetico in modo da farti consigliare anche da lei sul piazzamento ottimale dei fori e decidete assieme: un’altra persona può osservare i tuoi lobi meglio di te stessa allo specchio!
    Mi rincuora che la dermatologa è donna (suppongo lei stessa portatrice di orecchini) ed essendo maschio lo dico contro il mio interesse… anche se io mi vanto di avere un buon senso estetico 😉 ma voi donne normalmente siete più portate 🙂
    Fa piacere sapere che questa dottoressa esegue normalmente i fori, la pratica gioca nettamente a suo favore!

    Se per caso la dermatologa dovesse proporti l’applicazione di un anestetico come opzione (le hai chiesto qualcosa in proposito?) sappi che non è necessario e anzi può essere controproducente per la riuscita ottimale del foro (specie se è ghiaccio spray, te lo dico anche se non credo che abbia intenzione di utilizzarlo) perché tende ad indurire momentaneamente i tessuti causando maggior trauma nella foratura (più fastidio in fase di guarigione) e, nei casi più sfortunati, un foro non perfettamente dritto che causa fastidio (o peggio dolore) all’inserimento degli orecchini e possibile angolazione sgradita che viene evidenziata mettendo orecchini a cerchio.
    Il dolore dei fori non è eccessivo (anche una bambina lo sopporta senza problemi se è motivata e desidera davvero gli orecchini) e con l’ago è persino meno traumatico che a macchinetta, anche se occorre “stringere i denti” per qualche secondo in più, ma vedrai che è tutto molto rapido.

    Il prezzo… beh, 90 euro non è poco ma… considera che ad eseguirti i fori è una dottoressa specializzata in dermatologia e che la soddisfazione che avrai da un buon risultato vale tutta la spesa 🙂

    Un caro saluto (anche a Gina) e cara Elena… in bocca al lupo 😉

    #11368 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Era finito nello spam Matteo, non so il perché, non l’ho neppure visto finché non me lo hai fatto notare, ora è visibile, grazie e scusa il disagio, colpa di wordpress questa volta.

    Altro che prolisso, è un ottimo intervento, sempre esplicativo e prezioso 🙂

    #11369 Risposta

    Elena

    Buongiorno e grazie Gina per avere ricuperato questo scritto dell’ottimo Matteo che sono daccordo anch’io, è prezioso non solo per me ma credo anche per altre persone in futuro.
    Se avessi in famiglia un ragazzo preparato e in gamba come Matteo gli avrei sicuramente chiesto di occuparsi lui dei miei lobi e non mi stupisce che dopo la mamma altre persone gli abbiano chiesto di bucargli le orecchie!
    Non ho indagato sul materiale degli orecchini che mi saranno messi ma siccome la dottoressa mi ha detto che sono orecchini fatti apposta e in materiale “di grado chirurgico” e che saranno dissigillati di fronte a me credo che mi posso fidare.
    Comunque ho trovato in particolare utili le raccomandazioni sul piazzamento dei fori. La futura moglie di mio figlio, cioè la numero a incoraggiarmi a fare i buchi sarà anche la persona che mi accompagnerà dalla dermatologa e lei il “senso estetico” ce l’ha, poi è una ragazza che ama gli orecchini, è raro vederla senza.
    Siccome ormai manca meno di una settimana all’appuntamento da una parte non vedo l’ora ma dall’altra sono un poco tesa al pensiero anche se credo sia normale. Non sembra ma per me è un grande cambiamento specialmente alla mia età. Poi cerco di figurarmi come sarà la sensazione del foro. Non lo avevo scritto ma al telefono l’avevo chiesto alla dottoressa se era prevista una anestesia ma lei ha detto che non è affatto necessaria siccome anestetizzare il lobo da forare crea più problemi che altro. Al solito Matteo è stato più puntiglioso nel spiegare il motivo e di ciò lo ringrazio ancora.

    Gina, Matteo, carissimi saluti a voi e di nuovo grazie per l’attenzione che mi avete dedicato
    Elena

    #11370 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Ciao Elena,

    Non stare a preoccuparti, se la dottoressa ha una buona mano non sentirai affatto dolore, è questione di secondi, un pizzico e via 🙂
    Certo dal punto di vista economico la spesa non è da poco ma l’importante è che in cambio si ottiene il massimo del servizio e della professionalità, e la dottoressa in questione se ne ha già fatti probabilmente ci sa fare.

    E mi fa piacere che ti accompagnerà qualcuno, in bocca al lupo!
    Dopo torna a raccontarci se vuoi 🙂

    #11371 Risposta

    rebecca

    Ciao! Mi chiamo Rebecca ho 19 anni e mi sono innamorata degli orecchini nella parte anteriore alta dell’orecchio….

    https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/564x/b6/49/1b/b6491bff44217651fd976e2f38d16916.jpg

    è da quando ho visto la prima volta su Pinterest gli orecchini messi su questa parte dell’orecchio che ho fissa in mente l’idea di volerli anch’io e ho contagiato anche Bea, la mia migliore amica. Ho iniziato a chiedere ma non ce li possono fare ne’ in farmacia ne’ in gioielleria perchè dicono che non hanno attrezzature idonee. Ci hanno indirizzate agli studi di tattoo-piercing ma in quei posti hanno prezzi proibitivi per le nostre risorse anche volendo fare i tre fori da un solo lato.
    Abbiamo iniziato a considerare l’idea di farci questi buchi da sole. Cercando istruzioni abbiamo trovato questa pagina interessante per capire come farsi dei buchi con l’ago ma vediamo qui si parla solo di lobo mentre la zona che ci interessa è cartillaginosa.
    Possiamo fidarci e provare a farci i buchi a vicenda noi stesse col sistema spiegato qui oppure ce lo sconsigliate?
    Se è possibile quanti buchi alla volta è consigliabile fare?

    Grazie da Rebe e da Bea

    #11372 Risposta

    admin
    Amministratore del forum

    Ciao Rebe e Bea! 🙂

    Guardando la foto, come dice Rebecca, stiamo parlando dalla zona anteriore dell’elice dell’orecchio. Caso diverso dal lobo, zona più dolorosa proprio per la ragione che hai scritto e assai più lunga a guarire (si parla di molti mesi) e va messo in conto che dopo non si può dormire sul fianco dell’orecchio per parecchio tempo. Leggendo in giro nel web, sembra poi che sia sconsigliata la pistola per questo tipo di perforazione, quindi potrebbe essere una delle ragioni per cui molte farmacie e gioiellerie non sono predisposte a farli.
    Sconsiglio di effettuare i buchi da sole ragazze, qui c’è bisogno di un esperto del mestiere e che sappia farli con l’utilizzo dell’ago. Suggerirei quindi di mettere i soldi da parte un po’ alla volta e di andare in uno studio di specialisti, dove igiene e professionalità siano al primo posto.

    Se farne uno o 3 assieme, dipende dal fastidio che causerà ciascun foro all’orecchio, non consiglierei di farne tre assieme se poi bisogna sopportare un dolore triplicato, invece farne uno solo può essere anche utile per vedere come ci si trova allo specchio la prima volta e capire se davvero ci piace. Ma anche su questo potrà consigliarvi meglio lo specialista.

    Una caro saluto a entrambe e per qualsiasi dubbio non esitate a scriverci 😉

    #11373 Risposta

    Matteo

    Cara Elena, sono contento che il mio scritto ti sia comunque stato utile e ti ringrazio per le belle cose che hai scritto.
    Non temere Elena, da quanto scrivi sono sempre più persuaso che la dottoressa con cui hai preso appuntamento per i fori è persona più che affidabile oltre che esperta. Ottima la scelta di farti accompagnare da una persona ormai “di famiglia” come mi pare sia la futura moglie di tuo figlio con la quale mi sembra si sia già instaurato un bellissimo rapporto.
    Sei in ottime mani, cerca di non preoccuparti man mano che il giorno si avvicina perché non ne hai motivo. Anzi, goditi il momento: vedrai che andare a farti fare i buchi sarà un’esperienza bella ed emozionante per te (e per chi ti accompagna) e credo anche divertente 😉
    Giovedì prossimo penserò un po’ a te, sicuro che sarai felice di aver fatto i buchetti!

    Cara Gina, grazie per avere recuperato il mio post. Ritengo che se fossi stato meno prolisso il filtro antispam non si sarebbe “confuso” (già, i software sono “intelligenti” fino a un certo punto…) cercherò d’ora in poi di essere un po’ più conciso 😉

    Ciao e in bocca al lupo a Elena… mi raccomando, torna a raccontarci com’è andata 😉

   
Stai vedendo 15 articoli - dal 181 a 195 (di 680 totali)
Rispondi a: Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]
Le tue informazioni: