Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

Fori ai lobi per orecchini Forum Esecuzione fori: domande e risposte Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

Questo argomento contiene 679 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Maria Teresa 1 anno, 5 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 526 a 540 (di 680 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #11704 Risposta

    Matteo

    Giacomo, l’onore è mio. Grazie per tutto, mi riferisco anche ai commenti sotto la pagina della favola 😉

    Ti racconto un fatto: la nipotina di Antonella ogni volta che ci vediamo mi viene incontro per abbracciarmi ed è una bellissima consuetudine che si è rafforzata proprio da quando le ho fatto i buchi per gli orecchini. La prossima volta, presumo sarà questo prossimo fine settimana, quando ci abbracceremo le dirò che questo abbraccio è speciale, da parte del mio amico Giacomo, quello della favola.
    🙂

    #11705 Risposta

    Matteo

    Ma grazie Eliana! Anche tu sei molto cara. Porterò i tuoi saluti ad Antonella, le faranno piacere. Le parlo spesso di questa pagina (anzi, a volte viene anche lei a leggere) e delle belle persone che incontro qui e tu sei senz’altro fra queste.
    Ciao..
    🙂

    #11706 Risposta

    Matteo

    Ciao Angela e grazie! Con l’aiuto di tua mamma hai ricostruito un interessantissimo spaccato storico e di costume, davvero un documento prezioso.

    Una ultima curiosità però ce l’avrei, anche per confrontare la memoria “in prima linea” di tua mamma che ha venduto bijoux per tanti anni con ciò che mia mamma mi ha raccontato in proposito: in che epoca è successo che le vendite di orecchini per lobo forato hanno sorpassato le vendite di orecchini con la clip?
    Tu ci hai detto che all’inizio (metà-fine anni ’70) la maggior parte di chi entrava in negozio per farsi bucare le orecchie erano “venticinque-trentacinquenni al passo con le ultime tendenze della moda”. Mia mamma sostiene che gli orecchini tradizionali per lobo forato non sono mai davvero scomparsi, nemmeno negli anni ’60 e ’70 quando erano considerati antiquati e fuori moda perché continuavano a portarli tantissime donne (soprattutto della provincia e dei ceti popolari) a cui erano stati ancora imposti da bambine quei buchi ai lobi che molte di loro non avevano più fatto fare alle loro figlie. Mia mamma poi afferma che – paradossalmente – nelle grandi città le ragazze più modaiole e trendy tra la fine degli anni ’70 e gli ’80 hanno ripreso a farsi bucare le orecchie proprio mentre in provincia e tra i ceti popolari si abbandonavano gli orecchini per lobo forato credendo di “emanciparsi” dagli antichi retaggi tradizionali. In pratica ci sarebbe stata una sorta di “inversione” che trovo molto curiosa. Risulta anche a voi?

    Ciao, un caro saluto e un grazie anche a tua mamma
    😉

    #11707 Risposta

    claudia

    ciao, visto che siete molto gentili a rispondere alle domande provo a sottoporre il mio interrogativo sperando che qualcuno sappia darmi una risposta
    ho i lobi bucati da più di vent’anni però ancora adesso se rimango senza mettermi un paio di orecchini anche solo per una settimana di seguito entrambi i buchini iniziano a richiudersi e devo fare una fatica tremenda per riuscire a riinfilarci dentro il gambo di un orecchino che disinfetto sempre perchè delle volte entra solo in parte e devo proprio premerlo con forza (e doloreeee) per riuscire a farlo uscire sul dietro, in pratica è necessario qauasi ribucare il lobo anche se sempre nel solco del buchino già esistente
    posso fare qualcosa per soffrire meno quando scopro che i buchi sono di nuovo parzialmente “tappati” e voglio di nuovo inserirvi degli orecchini?
    c’è un motivo per cui a me succede questo mentre altre persone (mia madre per esempio) possono stare anni senza orecchini ma quando se li vogliono mettere gli entrano subito senza sforzo? dipende forse dal fatto che i miei lobi sono stati “pistolati” mentre a mia madre li hanno fatti alla vecchia maniera?
    se mia figlia si fa fare i buchi (me lo ha chiesto per natale) potrebbe avere il mio stesso problema più avanti? farei meglio a cercare qualcuno in grado di forarle i lobi con ago o posso portarla in una qualunque oreficeria o farmacia?
    grazie

    #11708 Risposta

    Matteo

    Ciao Claudia e benvenuta! 🙂

    Purtroppo il problema che ti affligge è comune a tante altre persone. Se nella grande maggioranza dei casi occorrono anni perché i fori ai lobi praticati molto tempo prima possano richiudersi (e non è nemmeno detto!) esiste sempre una minoranza di persone che riscontra lo stesso tuo noioso inconveniente: buchi che tendono a restringersi anche dopo pochi giorni in cui sono stati lasciati senza orecchini. Ho scritto di proposito “restringersi” perché di questo si tratta, infatti il foro non è davvero richiuso (tu stessa hai correttamente scritto scritto che devi “quasi ribucare il lobo anche se sempre nel solco del buchino già esistente”) e l’esistenza del buco la puoi constatare serrando il lobo tra due dita: sentirai un punto più duro che corrisponde al canale del foro che trapassa il tuo lobo e che è leggermente indurito nelle pareti perché è ben cicatrizzato. Il problema è che questo canale tende rapidamente a restringersi tanto da provocare molto fastidio o addirittura dolore (e possibili sanguinamenti per lo sfregamento) all’atto di inserirvi un orecchino attraverso. Questo non dipende dal metodo usato quando sei andata a farti fare i buchi: detto in parole semplici, se avessero usato l’ago anziché la pistola oggi ti troveresti nella stessa identica situazione. Dipende da un mix di fattori fisiologici soggettivi come l’elasticità dei tessuti cutanei e persino il fattore pH che caratterizza la pelle e la sudorazione.

    Non è affatto detto che nel caso di tua figlia si ripeta lo stesso problema, potrebbe aver preso dalla nonna 😉 Ti inviterei a farle fare tranquillamente i buchi per Natale se lo desidera. Non è necessario che trovi qualcuno che glieli faccia con l’ago (tecnica che utilizzo io stesso per forare i lobi alle persone che me lo chiedono, che ha vantaggi in casi particolari ma che occorre saper ben padroneggiare) perché nel caso dei primi fori senza particolari problematiche va benissimo una farmacia, parafarmacia o anche gioielleria a patto che utilizzi un sistema di foratura con capsule sigillate monouso (l’unico attualmente legale, le vecchie pistole a scatto non devono più essere utilizzate!) tipo quelli della Inverness o della Studex, e che svolga l’operazione in un ambiente igienicamente idoneo. Non hai detto quanti anni ha tua figlia ma un buon modo per scegliere dove portarla è chiedere ai genitori delle sue compagne che hanno già messo gli orecchini dove sono andate per i buchi e se si sono trovate bene. Quando la accompagnerai fai bene attenzione al corretto piazzamento del punto di foratura, quando ti verrà chiesto di controllare i puntini che l’operatore farà preventivamente sui lobi di tua figlia. Vedrai, con i sistemi attuali è tutto molto igienico e rapido, sicuramente più delicato rispetto a vent’anni fa quando ti eri fatta fare i buchi tu. Tieni solo presente che, specialmente per il metodo Inverness, la chiusura di sicurezza posteriore potrebbe risultare piuttosto dura da togliere al momento di sostituire i primi orecchini (dopo almeno 6 settimane) per cui dovrai essere tu ad aiutarla. Niente di preoccupante comunque, basta saperlo.

    Vengo infine alla tua domanda sul cosa fare per soffrire meno quando ti accorgi che i buchi sono di nuovo parzialmente tappati. Ti riporto il consiglio che Gina, la ragazza che ha creato questa pagina, aveva dato tempo fa ad un’altra parsona che aveva un problema all’incirca simile: “utilizzando un orecchino a perno dritto molto sottile e riscaldando i lobi con acqua calda, si può provare a riaprirli facendo una leggera pressione dal foro d’ingresso a quello di uscita.”. E’ molto importante che il perno dritto dell’orecchino sia più fine possibile (non tutti hanno il medesimo calibro, se fai attenzione variano leggermente. In alternativa puoi utilizzare un ago molto fine dalla parte della cruna, ovviamente ben disinfettato. Ma è molto importante che, prima di procedere, il lobo sia stato ammorbidito con abbondante acqua calda. Per agevolare ulteriormente l’inserimento e diminuire l’attrito c’è chi consiglia di ungere il perno dell’orecchino (o l’ago) con burrocacao però dato che l’attrito può sempre causare micro-lesioni è bene non solo disinfettare bene ma utilizzare una sostanza antisettica al posto del burrocacao: ti consiglio quindi di lubrificare il perno dell’orecchino che andrai ad inserire con Luan Gel 1% Chirurgico (lo trovi in farmacia) e vedrai che l’inserimento risulterà molto più scorrevole e confortevole.

    In linea di massima però ti consiglierei di non lasciare per troppo tempo i tuoi buchi ai lobi senza orecchini. Scegli un paio di orecchini piccoli, leggeri e confortevoli da mettere tutti i giorni come ad esempio piccole palline d’oro o punti luce a perno oppure mini cerchietti, tutti orecchini che non danno fastidio. Ci sono piccoli cerchietti che, volendo, possono essere utilizzati anche durante la notte senza pericolo che si impiglino o diano fastidio. Se invece scegli piccoli orecchini a perno dritto ti consiglio di toglierli durante la notte ma ricordarti di indossarli ogni mattina prima di iniziare la giornata.

    Se hai altri dubbi o domande chiedi pure 😉

    Un saluto a te e a tua figlia e… buoni buchi!

    #11709 Risposta

    Giacomo (wx1.org)

    Ciao Angela! Grazie mille per conto degli autori della favola 🙂
    Non posso che applaudire anche io la scelta saggia di tua madre di fissare un limite di età per le bambine a cui effettuare i fori.

    Saluti a te e alla tua mamma!

    #11710 Risposta

    Giacomo (wx1.org)

    Grazie a te 😀 mi emozionano sempre questo cose, anche soltanto a leggerle.
    Si deve essere creato un bel rapporto tra di voi, una gran bella cosa. Da me c’è una bella differenza, quando vado da Valeria mi ritrovo sua mamma che mi tira le guance come se avessi ancora 10 anni, ma fa niente 😆

    #11711 Risposta

    Giacomo (wx1.org)

    Matteo santo subito!
    Non sapevo dove sbattere la testa per rispondere a Claudia. Chiedo scusa, sono un delegato un po’ imbranato.
    Grazie!

    #11712 Risposta

    claudia

    davvero santo subito!!!!!
    mille volte grazie a Matteo anche da parte mia per la risposta che definire impeccabile è poco per quanto è chiara ed esauriente
    io possiedo un paio di orecchini d’oro minimi a pallina che sarebbero perfetti per tutti i giorni così da tenere aperti i fori però troppo spesso finisce che trascuro di mettermeli per mia pigrizia e poi mi maledico quando invece decido di mettermi un paio di orecchini e mi accorgo che ho lasciato passare troppo tempo e naturalmente fanno fatica ad entrare
    cercherò d’ora in poi di essere più diligente e in caso di bisogno metterò in pratica i buoni consigli
    grazie anche da parte di mia figlia che ha 11 anni. nella prossima settimana la porterò finalmente a fare questi supermegadesiderati buchi alla parafarmacia che abbiamo vicino e che dicono sia il centro prediletto dalle ragazzine della nostra zona per i fori alle orecchie. spero per lei che abbia preso il patrimonio genetico della nonna e non il mio per tutto ciò che influenza i buchi nei lobi delle orecchie
    saluti anche a Giacomo e complimenti per questo sito!

    #11713 Risposta

    DESIREE

    ciao a tutti , ho già quasi 15 anni e tra pochi giorni vorrei andare a farmi i buchi ai lobi che, l’idea sarebbe farmi regalare orecchini per Natale solamente che ho un po paura … lo so , è molto stupido , perché in fondo i buchi se li fanno tutte anche da bambine e non è che succede niente … forse è meglio usare le clips ?? il problema degli orecchini a clips è che non c’è una vasta scelta … ma in definitiva adesso è meglio fare i buchi in una farmacia o in una gioielleria ? intendo buchi da fare con la pistola o come si chiama perchè mi spaventa solo l’idea dell’ago !

    #11714 Risposta

    Matteo

    Claudia, Giacomo, ma non scherziamo 🙂
    Mi rende felice sapere che la mia risposta è risultata utile a colei che è venuta su questa pagina per chiedere informazioni ma anche io solo un paio di anni fa non avrei saputo dove sbattere la testa per rispondere. Se sono stato in grado di rispondere con sicurezza a Claudia lo devo a mia madre che poco più di due anni e mezzo fa mi ha chiesto per prima di rifarle i buchi nei lobi delle orecchie, a questa pagina e a Gina che l’ha creata perché vi ho trovato le prime informazioni utili che mi hanno aperto un mondo affascinante che non conoscevo, alla mia fidanzata Antonella che ha già riaperto con successo i buchi ad un paio di amiche usando proprio la tecnica dell’ago dalla cruna e infine, in piccola parte, lo devo anche ai miei studi di medicina. Come ho scritto alcuni giorni fa in risposta a Eliana per me è un piacere venire qua e restituire un pò di ciò che io stesso ho ricevuto da questa bellissima pagina nata anni fa da una felice intuizione di Gina e che poi è diventata un vero punto di riferimento sul web per l’argomento.

    Saluti e in bocca al lupo alla figlia undicenne di mamma Claudia per i buchi e i primi orecchini… spero di poter leggere presto com’è andata 😉

    #11715 Risposta

    Matteo

    Ciao Desiree e benvenuta! 🙂

    Non avere paura di andare a farti fare i buchi, ti assicuro che se hai voglia di iniziare a metterti gli orecchini non te ne pentirai! Ti posso assicurare che i fori effettuati con l’ago non sono così dolorosi come potrebbe sembrarti ma è difficile trovare chi li fa. Puoi comunque scegliere un sistema di foratura a macchinetta (l’utilizzo delle vecchie pistole a scatto non è più consentito) affidandoti ad un centro serio con esperienza, condizioni di igiene idonee e materiali monouso e a norma (tipo Inverness o Studex di ultima generazione, cioè con cartucce sigillate e inserimento a pressione manuale). Non avere timore di entrare nella farmacia/parafarmacia, gioielleria o centro estetico scelto anche solo per chiedere informazioni e vedere se l’ambiente e la persona incaricata di eseguire i fori ti ispirano fiducia. Qualunque operatore serio sa bene che la decisione di farsi bucare i lobi è importante: vorrà farti vivere più piacevolmente possibile questo momento (tu devi pensare che stai facendo qualcosa di bello per te) e sarà disposto a darti tutte le informazioni del caso dedicandoti il tempo necessario: rivolgiti a qualcun altro se ti accorgi di venire trattata sbrigativamente.

    Non prendere nemmeno in considerazione gli orecchini a clip! Non solo non c’è vasta scelta perché ormai sono molto poche a richiederli ma si tratta di solito di modelli rivolti alle signore di una certa età (facci caso: è molto difficile trovare una donna al di sotto dei 65-70 anni che porta gli orecchini ma non ha i buchi) e solitamente sono piuttosto pacchiani o goffi quando tentano di imitare un modello analogo per lobo forato. Come non bastasse gli orecchini a clip sono anche molto scomodi da portare (pinzano il lobo bloccandone la circolazione e fanno male, soffriresti ben più che a farti fare i buchi!) oppure rischi di perderli facilmente se la molletta è troppo allentata. Questo vale anche per gli orecchini a calamita, esteticamente gradevoli ma molto fastidiosi da portare oppure facilissimi da perdere a seconda della potenza magnetica. Con i buchi invece avrai a disposizione una scelta vastissima tra i modelli più belli e pratici da indossare (ricorda però che nel primo anno dovrai comunque scegliere orecchini leggeri e possibilmente non pendenti perché finché il foro non va sforzato finché non è completamente rinsaldato). Insomma, se ti piace l’idea degli orecchini direi che il lobo forato è proprio un “must”.

    Coraggio Desiree, torna a raccontarci cosa hai deciso! 😉

    #11716 Risposta

    Alberto

    Ciao volevo sapere molto cortesemente dove si può fare l orecchino con l’ago e non con la pistola perchè ho letto che con la pistola può fare danni

    #11717 Risposta

    Matteo

    Ciao Alberto, benvenuto 🙂

    La foratura dell’orecchio con ago viene eseguita, oltre che nella maggior parte degli studi di tattoo e piercing, anche da alcuni centri estetici / istituti di bellezza (puoi leggere più sotto l’esperienza di Maria Teresa in proposito) e da alcuni medici dermatologi (se scorri i commenti puoi trovare l’esperienza di Elena). Ovviamente bisogna dedicare un po’ di tempo ad informarsi preventivamente perché non sono molti ad offrire il servizio ed in particolare nel caso del dermatologo il costo sarà sensibilmente superiore ma può essere giustificato da problematiche particolari come è stato il caso della citata Elena.
    Gina, la creatrice di questa pagina, aveva individuato anche alcune farmacie che offrono la possibilità di forare i lobi ad ago in alternativa alla pistola monouso a pressione ma anche qui occorre dedicare tempo per informarsi tenendo conto che tali farmacie sono assai rare. L’ultima possibilità è avere un parente/conoscente con la dovuta esperienza e competenza in grado di forarti il lobo ad ago in via amichevole (come ho fatto più volte io stesso e anche Gina per tradizione familiare) ma è evidente che questo non è il tuo caso.

    La foratura del lobo ad ago presenta alcuni vantaggi peculiari specialmente se in presenza di casistiche particolari come dover forare su un lobo già afflitto da precedenti ingenti esiti cicatriziali (ad esempio in seguito ad infezione o allergia per una precedente foratura finita male o per altre cause) oppure ancora se occorre una maggiore precisione per angolare il foro in maniera particolare (specialmente quando si eseguono più fori in fila sullo stesso orecchio con particolari forme di lobo) anziché forando classicamente in modo perpendicolare come fa sempre la pistola.

    A parte questo va detto che le critiche (giuste) che spesso si leggono a proposito delle pistole foralobo riguardano le vecchie attrezzature a scatto (non monouso) che secondo le nuove normative in vigore non possono più essere utilizzate: queste vecchie pistole non potevano essere considerate del tutto sterili, inoltre sia lo scatto secco che la forma e il diametro dei perni degli orecchini di foratura tendevano a traumatizzare eccessivamente l’area del lobo interessata dal foro, per non parlare del rischio (come ci ha spiegato Angela) che il negoziante utilizzasse orecchini di foratura “compatibili” anziché gli originali certificati anallergici dal produttore, con ovvio rischio per le persone sensibili ai metalli non nobili, nichel in particolare.

    Onestamente però va detto che oggi in genere le farmacie/parafarmacie (moltissime), i centri estetici (un discreto numero) e le gioiellerie (ormai poche) che offrono la foratura auricolare utilizzano strumenti monouso in cartucce sterilizzate (i più diffusi sono i sistemi della Inverness e della Studex) con orecchini di foratura anallergici più sottili e inserimento a pressione manuale, molto più delicato e quasi indolore. Questi sistemi sono a norma e non presentano più le problematiche delle vecchie pistole a scatto (che non dovrebbero più essere utilizzate perché non a norma). Per un primo buco al lobo puoi optare tranquillamente per questo tipo di foratura, in ogni caso meno costoso di qualunque opzione ad ago, a patto di rivolgerti ad un operatore serio ed esperto (non importa se farmacia, gioielleria o centro estetico) che offra il servizio in un ambiente igienicamente idoneo, con uso di guanti e quanto previsto dalle normative in vigore. Puoi sempre chiedere, dare uno sguardo, parlare con la persona che esegue i fori e farti spiegare prima di decidere. Se vieni trattato sbrigativamente rivolgiti altrove.
    Se leggi le esperienze dirette raccontate da molte persone intervenute qui sotto noterai che moltissime sono rimaste soddisfatte dalle pistole monouso a pressione manuale di nuovo tipo (a norma), a differenza di quelle di generazione precedente che hanno creato problemi in vari casi.

    A te la scelta 😉

    Facci sapere cosa hai deciso, in bocca al lupo!

    #11718 Risposta

    Giacomo (wx1.org)

    Ciao Desiree!

    In allegato alla stupenda risposta di Matteo, aggiungo solo i link al video (preso dal commento più sotto della collega Gina), che mostrano in pochi secondi come si effettua il foro con le tecniche Inverness e Studex. Sono molto simili tra loro.

    Studex

    Inverness
    https://www.youtube.com/watch?v=8fp1ZIrTk0c

    Ho avuto l’occasione di domandare alla mia ragazza come è stato per lei fare i primi fori (anche per rispondere ad una precedente domanda di Matteo in un commento sotto), mi ha raccontato di averli fatti a 7 anni circa e che aveva iniziato già da un anno prima ad assillare i suoi per farsi portare a fare i buchi in una farmacia di fiducia, i genitori volevano aspettare che diventasse più grande. Comunque, l’entusiasmo era talmente tanto, la frenesia era così tanta che del dolore non ricorda niente, solo un po’ di fastidio nella rotazione, per quanto possa essere più amplificato per una bambina. Ma quando poi si guardava allo specchio della mamma c’era orgoglio e soddisfazione. Anche per i suoi genitori.

    Ciao Desiree!
    Ciao Matteo!

   
Stai vedendo 15 articoli - dal 526 a 540 (di 680 totali)
Rispondi a: Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]
Le tue informazioni: