Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]

Taggato: 

  • This topic has 679 risposte, 1 partecipante, and was last updated 1 anno, 6 mesi fa by Maria Teresa.
Stai visualizzando 15 articoli - dal 601 a 615 (di 680 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #11779 Rispondi
    Maria Teresa
    Amministratore del forum

    Ciao Gina! un bacione anche a te e tanti auguri di Buon Anno a te e alla tua famiglia, anche se in ritardo 🙂
    Sono felice di leggere di nuovo un tuo post dopo tanto tempo e anche io ci conto che presenterai il tuo libro su wx1.org quando uscirà perché come Matteo cercherò di comprarne subito una copia. Ti auguro ogni bene per la scrittura e per tutto.
    Te li sei poi fatti fare i secondi buchi? Mi ricordo che ti avevo quasi convinta o almeno un pochino invogliata mostrandoti i piccoli orecchini a cerchietto in filo d’oro, molto carini da vedere e anche molto confortevoli da indossare. Forse con l’impegno del libro non avrai avuto neanche il tempo di pensarci e se così è ti butto lì il suggerimento: quando arriverà il momento perché non chiedi a tua mamma di farti i secondi buchi per festeggiare la fine del libro? Sarebbe un’idea carina no? Ce lo farai sapere.

    Bacioni da Maria Teresa

    #11780 Rispondi
    Maria Teresa
    Amministratore del forum

    Allora Matteo com’è andata col naso della vicina? Spero di poter legger presto il tuo racconto dell’esperienza ma sono sicurissima che anche stavolta farai uno splendido lavoro e anche la ragazza ne sarà più che soddisfatta. Se desidera tanto l’orecchino al naso anche il dolore della foratura sarà subito dimenticato e sostituito dalla gioia per il nuovo look.

    Bacioni e ancora tanti auguri di Buon Anno da Maria Teresa

    #11781 Rispondi
    Maria Teresa
    Amministratore del forum

    Buon Anno e ciao Stefania! 🙂
    Certo che fai bene a non esagerare coi cerchi specialmente quelli più grandini anche se son belli abbinati col punto luce. Anche l’estetista che mi ha forato i lobi (sia rifatto i primi buchi che fatti i secondi) si raccomanda sempre di non usare mai gioielli impegnativi per il foro almeno per tutto il primo anno dopo che è stato effettuato proprio per i motivi che dice Matteo.

    Ciao Matteo, sei un fidanzatino… d’oro 🙂 Felicissima di averti indirettamente suggerito un regalo azzeccato per la tua Antonella, molto bella l’idea dell’abbinamento dell’orecchino a doppio buco con le due palline piccole sull’altro lobo.
    Io che sono anche allergica ai metalli da bigiotteria con quelli in argento placcato della Pinjeas non ho problemi però facendoli fare da un orafo sei davvero sicuro al 100%, ottima soluzione che dimostra quanto sei premuroso.

    Baci da Maria Teresa

    #11782 Rispondi
    admin
    Amministratore del forum

    Grazie! Il ritardo è tutto mio, non ti preoccupare 🙂

    Grazie, siete troppo generosi ragazzi, semmai il libro vedrà la pubblicazione sarò più che felice di inviarvene una copia.
    Mi avevi convinta, eccome. Sono stata parecchi mesi a fare prove per i secondi buchi, quelli singoli che ho al momento sono talmente centrati che ci ho girato intorno a 360° per trovare una posizione adatta, facendo le prove con la colla come suggerì Annina. E alla fine solo ad uno dei due lobi, dove il foro ha lasciato forse un mezzo millimetro di spazio in più, potrei farne un secondo. Quindi sarebbero 3. Mia madre è sempre pronta, gliene ho parlato. Non mancherò di farvelo sapere, su questo non ci piove.
    Appena posso torno a trovarvi qui in pagina 🙂

    Un bacione anche a te!
    Gina

    #11783 Rispondi
    admin
    Amministratore del forum

    Ciao Matteo!!!

    E’ la verità, sono grata io a voi. Considerate la pagina come Vostra, come ha detto Giacomo più sotto, non potrei essere più d’accordo.
    Mi manda più messaggi adesso che in tutti gli anni in cui abbiamo lavorato assieme, praticamente l’ho conosciuto davvero in questi ultimi mesi XD

    Sai che più guardo questa pagina e più mi sembra già un libro, l’avete scritto Voi! E la cosa bella è che è in continua espansione. Esperienze, domande, dubbi, situazioni particolari, non manca niente grazie alle tue risposte eccellenti e quelle delle altre ragazze. Farne una raccolta è una grande idea. Nel caso il blog non durasse per sempre, magari più avanti ci pensiamo assieme.

    Ottimo consiglio dirle di aspettare dopo le feste, vedi? Questa è un’altra prova della tua professionalità. Bravo! Un po’ di tensione è sacrosanta in una situazione così, io l’avrei in ogni circostanza, anche per i classici fori. L’importante è spiegare alla ragazza tutti i particolari, in modo che sappia a cosa va incontro. Suppongo che a questo punto l’avrai fatto e credo davvero che non potesse capitarle un esecutore migliore e più scrupoloso 🙂

    Grazie! Un abbraccio a Te e Antonella!
    Ci risentiamo!
    Gina

    #11784 Rispondi
    Matteo
    Amministratore del forum

    Buon inizio di settimana carissimi amici e amiche e buon inizio di anno, spero abbiate trascorso buonissime feste! 😉

    Allora, come già anticipato vi racconto com’è andata giovedì pomeriggio con la mia prima esperienza di foratura al naso, nello specifico la narice sinistra della mia vicina quasi diciottenne che me lo chiedeva già da parecchio tempo (e anche i suoi genitori si sentivano più sicuri a farlo eseguire da me, viete le ottime “recensioni” ricevute sia da mia mamma che da Antonella per le loro orecchie). Ovviamente ho deciso di poterla accontentare soltanto dopo essermi informato a dovere (specie dal punto di vista igienico-sanitario e delle cure post-foratura) sentendomi in grado di forare attraverso la cartilagine, oltre tutto avendo già sperimentato con successo il buco all’elice fatto ad Antonella. Come ho già scritto c’era però una particolarità in questo caso: la ragazza in questione non ha mai bucato nemmeno i lobi, per lei era il suo primissimo foro senza nemmeno la minima idea di cosa comporta e pur avendole descritto tutto per filo e per segno e ben sapendo che bucare attraverso la cartilagine fa comunque abbastanza male (sono solo pochi secondi ma indubbiamente c’è da stringere un pochino i denti)… era ben determinata a procedere. Quando ho bucato la parte alta dell’orecchio di Antonella ero molto più tranquillo sapendo bene che la sua soglia di sopportazione del dolore è piuttosto alta ma questa volta era un’incognita assoluta, non vi nego che avevo un po’ di ansia. Accresciuta poi dal fatto che ad assistere al fatidico momento avevo il pubblico più numeroso di sempre: gli apprensivi (giustamente) genitori della ragazza, il suo fidanzatino (che oscillava tra il preoccupato, l’emozionato e l’ammirato) più mia mamma ed Antonella con la curiosità di chi aspetta da giorni di poter assistere all’evento. E io che, come al solito, spiego per filo e per segno ogni passaggio cercando di tranquillizzare la mia… “vittima” (o meglio “paziente”, dipende dai punti di vista 🙂 ) che si sottopone al breve supplizio per la gioia di sentirsi più carina.

    Dal punto di vista tecnico non sto a ripetere i dettagli, tutto esattamente come nel caso dell’elice di Antonella (i tessuti della cartilagine auricolare e della narice sono assai simili) con ago cannula e Luan 1% gel uso chirurgico per lubrificare l’ago e agevolarne lo scorrimento col minimo trauma. Con questa tecnica il gioiellino va inserito dal dietro in avanti quando si estrae la cannula in materiale plastico che riveste l’ago, per rendere più confortevole (o meno fastidiosa) possibile questa fase. La particolarità è nel gioiellino scelto assieme ad Antonella (il nostro regalo di Natale alla ragazza): un anellino aperto in titanio che termina con una piccola pallina. Nel caso di questa prima applicazione la pallina resta nell’interno della narice senza dar fastidio, data la forma, e appare come un normale anellino fine ma in seguito la ragazza potrà anche decidere di indossarlo a rovescio, con la pallina visibile sul punto del buco e l’anellino che sale da sotto (è un tipo di anellino bello anche per il lobo, se ne trovano di diversi materiali dall’acciaio chirurgico all’oro nelle varie gradazioni di colore). Il vantaggio rispetto ad una barretta è che non se ne deve calcolare la lunghezza perché se troppo lunga dentro il naso potrebbe dar fastidio oppure essere antiestetica (troppo sporgente) sul davanti, se troppo corta invece rischierebbe di causare problemi nei primi due-tre giorni quando è normale che nella zona forata i tessuti gonfino un pochino. Questo tipo di anellino è piccolo, discreto e grazioso ma anche perfetto per assorbire il gonfiore della primissima fase.

    Ma torniamo all’attimo fatidico della foratura: avevo avvisato la ragazza che le avrebbe fatto un po’ male per qualche istante e che probabilmente le sarebbe scesa una “scenografica” lacrimuccia e questo non per il dolore ma per le terminazioni nervose della narice direttamente cnnesse ai dotti lacrimali (cosa puntualmente avvenuta). Dopo averle fatto mangiare un pochino di cioccolata per evitare improvvisi cali di zuccheri (non volevo mi svenisse davanti a tutti… a parte gli scherzi è sempre raccomandabile assumere qualcosa di dolce prima di farsi forare!) abbiamo segnato il punto da forare (con l’indispensabile supervisione di Antonella), poi l’ho fatta sedere con la testa appoggiata al muro per evitare movimenti durante l’inserimento dell’ago… e all’atto della foratura non sono mancati i mugolii “mmmmh…. mmmmh… ahi… ma fa male!!!” (pensavo ad Antonella che non ha fatto un fiato nemmeno quando le ho bucato l’elice) però la ragazza è stata ben ferma mentre io procedevo inserendo l’anellino e concludendo con l’applauso (non scherzo) di tutto il pubblico! Appena si è guardata allo specchio lo spaesamento della ragazza si è trasformato istantaneamente in un gran sorriso: il piazzamento del forellino è perfetto e lei si è subito voltata verso di me dicendomi “oooh che bello… è esattamente come lo volevo, grazie!!!!!”. Questo è un momento di soddisfazione impagabile in cui ti rendi conto che ne è valsa la pena, ora finalmente condividi la gioia sapendo che la persona che hai reso felice ricorderà sempre quegli attimi emozionanti.

    Scherzando le ho detto che quando si deciderà per i lobi, anche se i fori da effettuare sono due sarà una semplice passeggiata al confronto con questo al naso! Certo, la scelta dipende da lei e magari i lobi non li vorrà bucare mai però qualcosa mi dice che probabilmente col tempo quegli orecchini che oggi magari ti sembrano banali perché li han tutte finirai per rivalutarli. Vedremo. Nel caso sarò ancora a disposizione 😉

    Dopo quattro giorni il naso della mia vicina sta benone, lei è sempre più felice di averlo fatto e devo dire che le sta anche bene: ha il nasino e il visetto adatto, aggiunge un tocco di luce discreto ma non convenzionale a una ragazza carina col suo look acqua e sapone. Anche i suoi genitori lo pensano e ancora stamattina sua mamma mi ha ringraziato. Anche questo fa piacere. Curiosità: nemmeno la mamma della ragazza si è mai fatta bucare i lobi delle orecchie e chissà che magari la prossima non sarà proprio lei. Quando me l’ha fatto notare le ho detto che non c’è età e non è mai troppo tardi, chissà che non ci farà un pensierino prima o poi 😉

    Ancora una volta spero di non essermi dilungato troppo, ringrazio chi è arrivato a leggere fin qui.

    Ciao e arrivederci a presto!
    🙂

    #11785 Rispondi
    Matteo
    Amministratore del forum

    Questo è il tipo d’orecchino che ho messo al naso della vicina. Ovviamente in questo caso ne abbiamo preso uno solo, non il paio ma come detto sopra è un modello molto piccolo e leggero carino anche da portare ai lobi (inserito in entrambi i versi):
    https://img1.etsystatic.com/154/0/5545752/il_570xN.1231935067_fyzn.jpg

    #11786 Rispondi
    Matteo
    Amministratore del forum

    Ciao Gina 🙂

    Che bello ciò che hai scritto! E’ vero, questa pagina a suo modo è già un libro ma il bello è proprio il fatto di essere “in continua espansione” che la rende speciale. Spero davvero che resti così per lungo tempo perché “congelarla” in una raccolta sarebbe un vero peccato, resterebbe chiusa ai nuovi contributi e racconti e non più disponibile per tutte le persone che passano a chiedere un consiglio o un incoraggiamento. Resta il fatto che l’intuizione, cara Gina, l’hai avuta tu: hai seminato bene ed è germogliata una pianta con bellissimi frutti. Grazie a nome di tutte le persone che la frequentano.

    Sul buco al naso della vicina ho già scritto sopra (anche per Maria Teresa che qui sotto me l’aveva chiesto), in effetti alla fine (anche se con un po’ di suspense) è andato tutto molto bene. Ora penso di poter davvero scrivere la versione definitiva di quel documento sulla foratura delle orecchie (ricordi che era una tua idea pubblicarlo in PDF) che riprenderò alla luce delle ultime esperienze e affiderò a Giacomo.

    Voglio poi salutare anche Maria Teresa (ricambio il bacione che mi hai mandato sotto): che forza a convincere Gina ad aggiungere un secondo buco al lobo! Ci volevi tu per farla decidere! 😉
    Anche un doppio buco su un solo orecchio è una soluzione molto carina che si presta a tanti abbinamenti. Di solito caldeggio il doppio buco su entrambi i lati perché sull’esempio di Antonella vedo che è la soluzione più versatile per divertirsi ad abbinare piccoli orecchini in modo grazioso però c’è un fatto: nessuno di noi ha due orecchie perfettamente identiche (me ne sono accorto anch’io e infatti quando devi segnare il punto da forare sui lobi ti accorgi sempre che devi trovare un bilanciamento visivo fra i due che non sono mai esattamente uguali) e quindi nel tuo caso Gina è chiaro che la soluzione asimmetrica con tre buchi in tutto è quella che sta meglio. Numero e posizionamento ideale degli orecchini variano da persona a persona e dipendono dalle specificità anatomiche individuali. Senza contare situazioni particolari come quelle della mamma di Desiree che grazie a un terzo forellino è riuscita a ribilanciare un posizionamento dei fori non ottimale ritrovando il gusto di indossare gli orecchini,

    Sarebbe bello che Annina passasse nuovamente da queste parti: mi pare di ricordare che alla fine lei i buchi aveva deciso di non farseli (a meno che non abbia riconsiderato la cosa nel frattempo) ma il suo suggerimento dei brillantini posizionati con colla cosmetica è già servito a molte in tante occasioni. Brava Annina, un caro saluto se prima o poi leggerai! 🙂

    Gina, se vuoi potresti mandarmi per email una foto dei tuoi lobi per un consiglio, anche contando sull’esperienza di Antonella che ha un grande occhio per queste cose e mi ha insegnato tutto sul miglior posizionamento per i fori. Il mio indirizzo email è in tutti i post dei commenti, se necessario fattelo passare da Giacomo.

    Infine il tuo libro Gina, dita incrociate perché venga dato alle stampe ma se non fosse possibile considera sempre la pubblicazione come e-book che è sicuramente più agile e meno onerosa e i lettori in formato elettronico sempre più numerosi… in ogni caso ancora in bocca al lupo!!! 🙂

    A presto e un carissimo saluto anche da Antonella
    🙂

    #11787 Rispondi
    -.-=dark_angel=-.-
    Amministratore del forum

    Ciao Gina, ti ringrazio anch’io con tutto il cuore anche se in ritardissimo. Si parla sempre molto di te e ho letto anche molti tuoi interventi, non tutti, andando indietro nei commenti ma ora finalmente ho la gioia di potere interagire con te in tempo reale (o quasi) così posso dirti che è bellissima questa pagina che hai creato perché l’argomento è affascinante e abbastanza inesplorato e poi soprattutto la community che la frequenta è fantastica e sono orgogliosa di essere entrata a farne parte. Tu ed io abbiamo una cosa in comune: entrambe abbiamo una madre che ha fatto tanti buchi nei lobi delle orecchie (la mia a pistola per professione, la tua portando avanti la bella tradizione familiare dell’ago a mano) ed entrambe ci siamo fatte bucare le orecchie dalla nostra mamma il che ne ha fatto un’esperienza ancor più significativa e avendolo provato sai bene cosa voglio dire.
    Anche io ho soltanto i due buchi tradizionali cioè uno per lobo e fatti ormai “non tanto bambina” cioè a 16 anni. Se decidessi di aggiungere uno o più altri buchi mia mamma sarebbe felice di riprendere in mano l’ultima pistola Studex che ha conservato dal negozio. Non so, sembrerà strano ma ho iniziato a fantasticare sull’idea di altri buchi soltanto in questi ultimi tempi leggendo qui ed è strano avendo una madre a sua volta multi-bucata a cui ho visto forare tante orecchie quando aveva il negozio.
    Mando un saluto anche alla tua mamma e anche da parte mia in bocca al lupo per il libro che stai scrivendo.

    Angela

    #11788 Rispondi
    -.-=dark_angel=-.-
    Amministratore del forum

    Caro Matteo, ti faccio i miei più vivi e sinceri complimenti. La tua preparazione, la meticolosità che dimostri in tutto e il tuo savoir-faire sono cosa preziosa sia per le persone che si affidano a te per un nuovo buchetto (non solo i semplici lobi, ormai ti fanno anche richieste più complesse) e per chi frequenta abitualmente od occasionalmente questa community di cui sei un grande punto di forza.
    Leggendo il gustoso resoconto che hai fatto della tua ultima impresa mi ha fatto sorridere quando hai parlato del fidanzatino della ragazza che si faceva bucare il naso da te. Mi ha fatto anche tenerezza in un certo senso perché mi ha ricordato tante scene viste in negozio da mia mamma o raccontatemi da lei. E’ un vecchio classico: la ragazza che viene a farsi fare i buchi alle orecchie accompagnata dal timido fidanzatino che immancabilmente è il più apprensivo, emozionato e anche spaventato dei due. La ragazza anela all’orecchino che la farà sentire più bella e lui invece teme più che altro di vederla soffrire, infatti a mia mamma ogni volta piaceva scherzarci su e diceva al ragazzo: pensa se un giorno la accompagnerai in sala parto! E poi finalmente la tensione si scioglie davanti allo specchio con la gioia di tutti e grandi sorrisi. Sono anche queste prove d’amore, che bello. All’opposto deve essere stato anche emozionante per te bucare le orecchie della tua ragazza. Antonella è fortunata, non è da tutte avere buchi alle orecchie eseguiti dal proprio uomo. Penso siano esperienze che uniscono ancora di più. Mia madre diceva sempre che il momento in cui una persona ti si affida per farsi fare i buchi è un qualcosa di molto “intimo” ed implica una grande fiducia. Credo di capire sempre meglio cosa significa grazie a tante cose che leggo qui.
    Ciao e grazie per aver condiviso anche questa esperienza.

    Angela

    #11789 Rispondi
    Giacomo (wx1.org)
    Amministratore del forum

    Wow! Mi accodo ad Angela, concordo con lei, complimenti! Dal poco che posso capirci e da come l’hai descritto hai fatto un lavoro impeccabile sotto tutti i punti di vista, preparazione prima, accorgimenti durante e dopo l’esecuzione.
    Il fidanzatino sarebbe svenuto solo all’idea della sala parto, anche se un po’ posso capirlo.
    Ne avevi di occhi puntati addosso che quasi quasi potevi chiedere il biglietto 😆

    La felicità della ragazza non ha prezzo, questa è la cosa che conta di più e lei si ricorderà di questo ogni volta che vi incontrerete.
    Avrai un bel po’ da fare Matteo, comunque vada la fila di clienti non ti manca 🙂

    Ancora bravo!

    #11790 Rispondi
    Giacomo (wx1.org)
    Amministratore del forum

    Ciao Gi! E finalmente ti si rivede, sperando che non farai passare altri 6 mesi prima di rifarti viva, scherzo XD ti ho rotto parecchio le scatole e so che il da fare non ti manca.

    Comunque, tornando ai vostri discorsi sulla pagina e pensando alla parola “raccolta” mi è venuto in mente che alla lunga i commenti verranno sicuramente penalizzati man mano che passa il tempo e altri ne arriveranno. Verranno oscurati in fondo alla pagina sotto il bottone “Carica altri commenti” e credo che davvero pochi utenti si metteranno a leggere fin lì e oltre, magari quello che cercano è proprio lì sotto. Quindi la soluzione più pratica per consentire all’argomento di continuare a espandersi è aprire un forum. In modo che ogni situazione avrà la sua discussione e quelle che toccano spiegazioni e casi particolari possono essere allocate in alto, sempre in rilievo.
    Fatemi sapere che ne pensate.

    #11791 Rispondi
    Matteo
    Amministratore del forum

    Caro Giacomo, ho letto le tue considerazioni sulla possibile evoluzione di questa pagina e voglio darti la mia personalissima opinione in merito. Hai ragione quando affermi che facilmente una persona bisognosa di informazioni sulla foratura delle orecchie può finire qui (ad esempio da Google o altri motori di ricerca) e “perdersi” nel mare delle risposte dato che al momento in cui sto scrivendo i commenti sono già ben 619: impossibile riuscire a leggere tutto anche se, come fai notare giustamente, magari la risposta che quella persona sta cercando è già stata data in passato ma è ormai finita più sotto (funzione “carica altri commenti”).
    Però questo secondo me non è un così grave problema perché per fortuna su questa pagina c’è un clima molto amichevole, colloquiale e collaborativo e NOI (come vedi lo scrivo con orgoglioso senso di appartenenza) non siamo tra quella categoria di persone scorbutiche che ti rimproverano se su un forum ti azzardi a rifare una domanda a cui era già stata data risposta. Qui tutti possono chiedere liberamente e se, come è già successo in passato, l’esperienza di altri che avevano già scritto in precedenza può rivelarsi utile, noi “vecchi” di questa pagina ne siamo un po’ la “memoria storica” e siamo sempre pronti a indicare il vecchio commento che contiene la risposta desiderata o comunque informazioni che hanno a che vedere con quanto richiesto. E in più abbiamo guadagnato la conoscenza con una persona nuova e, forse, iniziato un dialogo che potrà essere duraturo (da una cosa nasce l’altra, si inizia con una domanda e si arriva a raccontare di sé e delle proprie esperienze… è il bello di questa pagina!). E’ già successo varie volte di rimandare a vecchi commenti (tu stesso Giacomo lo hai fatto per esempio con Desiree quando hai linkato i video dei sistemi Inverness e Studex riprendendo un vecchio commento di Gina ma in altri casi l’ho fatto io stesso e Gina prima di me: pensa solo a quante volte è stato suggerito il “trucco” di Annina per attaccare i brillantini con la colla cosmetica e provare la posizione di un nuovo orecchino oppure come alternativa al foro vero e proprio!) Personalmente credo di aver letto tutto quanto è stato scritto qui (quando sono arrivato la prima volta i commenti non erano ancora così tanti) ho buona memoria ed è un piacere continuare a dare una mano anche in questo senso.

    In sostanza, caro Giacomo, apprezzo moltissimo la disponibilità e l’entusiasmo che dimostra la tua proposta di trasformare questa pagina in un forum però secondo me non sarebbe questa la soluzione ottimale per due ordini di motivi: primo, la foratura delle orecchie è un argomento troppo marginale per sorreggere tutto un forum dedicato (che per “vivere” avrebbe bisogno di numerosi interventi quotidiani mentre qui gli interventi sono ovviamente più sporadici anche se con alcuni picchi di partecipazione intensi), senza contare che un forum richiede una moderazione assidua. In secondo luogo il forum recinta la discussione in argomenti e categorie predefiniti (devi andare a postare il tuo intervento nella sezione giusta) e questa “compartimentazione” delle discussioni negherebbe la cosa più bella di questa pagina, cioè la possibilità di divagare in modo colloquiale, cosa che è avvenuta spesso sia con le persone che si sono affezionate a questo luogo di discussione e di incontro, sia con varie persone che non sono più tornate ma che ci hanno lasciato testimonianze comunque preziose. Qui ognuno può sentirsi libero di intervenire con qualunque pretesto: chiedere un parere, provare a risolvere un problema, chiedere incoraggiamento o raccontarci fatti e memorie che iniziano col pretesto degli orecchini ma spesso vanno anche molto oltre. C’è libertà e soprattutto c’è sempre un bellissimo clima di rispetto e cordialità che sul web è una cosa piuttosto rara e preziosa. Sinceramente non vorrei perdere tutto ciò che è il motivo per cui amo questa pagina.

    Piuttosto si potrebbe pensare in un prossimo futuro di riassumere le richieste e le informazioni più ricorrenti che vengono date in una sorta di FAQ con domande e risposte ma è da valutare perché, ti dico sinceramente, a me non dispiace scrivere qualche riga in più per ripetere cose magari già scritte in altri interventi se questo mi permette di stabilire meglio un rapporto umano diretto con una nuova persona che viene qua a domandare per un consiglio o per qualsiasi altro motivo.

    Penso che se questa pagina ha avuto così successo nel tempo i motivi siano due: l’intuizione iniziale di Gina di trattare un argomento stranamente trascurato (e quelle rare volte trattato in modo gravemente inaccurato) e il clima così piacevole e collaborativo che si è creato tra le persone (grande merito a voi staff di Wx1): il mio desiderio è non disperdere questo patrimonio anzitutto umano.

    Questa perlomeno è la mia opinione, ovviamente sono curioso di leggere e valutare anche altri punti di vista!

    Come promesso tempo fa, prima di pensare alle eventuali FAQ metterò qui nei commenti la versione definitiva di quello scritto sulla foratura delle orecchie che avevo postato in un vecchio commento e che Gina intendeva trasformare in un PDF da linkare a questa pagina ma che io non ritenevo ancora sufficientemente a punto (all’epoca ad esempio non avevo ancora nemmeno sfiorato il tema dei fori nella cartilagine).
    A te Giacomo l’onere di gestire la pubblicazione del PDF, di cui ti ringrazio in anticipo. 😉

    P.S.
    Giacomo, ancora un favore ti chiedo: quando la senti passa a Gina il mio indirizzo email così se vuole può mandarmi la foto dei suoi lobi per un “consulto” (chiamiamolo così) sulla posizione per l’eventuale secondo buco (vedi commento di Gina in risposta a Maria Teresa qua sotto) anche col parere esperto di Antonella. Grazie ancora! 😉

    #11792 Rispondi
    Matteo
    Amministratore del forum

    Angela e Giacomo, grazie, troppo buoni, adesso mi fate quasi arrossire! 🙂

    Cara Angela, ancora una volta molto bello (e tenero) il ricordo di tua mamma di tante ragazze che andavano da lei a farsi bucare le orecchie accompagnate da un fidanzatino intimidito dalla cosa, ringrazia ancora tua mamma per queste piccole gemme di memoria storica e umana: si capisce con quanta passione ha svolto il suo lavoro per tanti anni. Carina la battuta sulla sala parto 🙂

    E’ vero, avere bucato le orecchie alla mia ragazza per me è stata un’esperienza indimenticabile (vissuta due volte, prima per i suoi secondi buchi e poi più recentemente per quello all’elice) così come lo è stato fare i buchi a mia mamma (era la mia primissima esperienza con la foratura dei lobi, in pratica il motivo per cui sono finito su questa pagina cercando info quando mia mamma me lo aveva chiesto), però posso solo provare ad immaginare l’emozione di fare i buchi ad una propria figlia come è stato per tua mamma, per la mamma di Gina e per Teresa. So che se un giorno capiterà anche a me mi batterà forte il cuore. Però dico anche: se mi capiterà di essere papà di una ragazzina a cui non importerà nulla di mettere gli orecchini non cercherò mai di convincerla o anche solo di invogliarla: a ciascuno la scelta sul proprio corpo e la facoltà di decidere SE ed eventualmente QUANDO.

    Giacomo, forse mi sono sbagliato affermando che durante la foratura del naso della vicina ho avuto il pubblico (non pagante) più numeroso di sempre perché avevo tanti occhi puntati dritti sulle mie mani anche quando ho bucato i lobi della nipotina di Antonella, però almeno in quel caso eravamo tutti fra parenti (tali considero ormai la sorella di Antonella e suo marito) anche se l’età della bimba, all’epoca soltanto 6 anni, era anche un’incognita ma la piccola desiderava così tanto questi orecchini che (a differenza della vicina che non ha fatto nulla per nascondere il dolore sentito mentre la narice veniva forata) non ha fiatato ed è rimasta ferma e paziente per tutta la procedura. Se mi chiedessero ancora di bucare le orecchie ad una bimba di quell’età credo che non me la sentirei ma nel suo caso, conoscendola bene, credo sia stato giusto fare un’eccezione.

    Ho visto ancora la vicina neo-bucata questa mattina, grande sorriso, mi ha ragguagliata sul suo naso ma già al primo sguardo (assenza di gonfiore o arrossamenti) è evidente che tutto procede per il meglio. Per i fori attraverso la cartilagine vanno preventivati tempi di guarigione dilatati di circa tre o anche quattro volte rispetto a quelli dei lobi ma è difficile stabilire tempi certi anche se tutto fila via liscio perché con queste tempistiche lunghe tutto è soggettivo e la risposta di cicatrizzazione della piccola ferita varia da persona a persona. L’importante è essere molto pazienti, ci vuole perseveranza e cautela. Il foro all’elice di Antonella è assolutamente perfetto ma so di tante ragazze (anche di nostra conoscenza) che hanno tolto l’orecchino perché il buco “non guariva mai”. Questo a mio parere anche perché in troppi casi un foro nella cartilagine viene affrontato con leggerezza, pensando che tutto sia semplice come un normale foro al lobo (ci si aspetta che smetta subito di fare male, si smette troppo presto la routine di disinfezione quotidiana, si cambia troppo presto l’orecchino) invece la mia idea è che se non si ha pazienza è meglio evitare di farsi forare nelle parti cartilaginose, anche perché le eventuali infezioni sono molto più serie e difficili da trattare rispetto a quelle ai lobi e se non parti già ben determinata è meglio non andare verso potenziali rischi per la salute.

    Arrivederci a presto!
    🙂

    #11793 Rispondi
    -.-=dark_angel=-.-
    Amministratore del forum

    Ciao Giacomo e ciao Matteo. Ho letto e meditato quello che avete scritto e per quel che può valere la mia opinione dico che sposo interamente gli argomenti di Matteo perché io non saprei dirlo meglio di lui ma ha espresso le stesse belle impressioni che ho avuto anch’io arrivando su questa pagina + tutto il piacere di continuare a leggerla e di partecipare. Mi sono sentita subito accolta e non vorrei che si perdesse mai questo senso di calore umano che come dice Matteo è una cosa così rara nel web, e aggiungo io ormai anche nella vita reale. Mi associo a Matteo anche nell’apprezzamento per la disponibilità e l’entusiasmo di Giacomo ma rivolgo un invito a non cambiare questa pagina che è bellissima così com’è.

    Un saluto con affetto
    Angela

   
Stai visualizzando 15 articoli - dal 601 a 615 (di 680 totali)
Rispondi a: Commenti traslocati da vecchio post [fori ai lobi per orecchini]
Le tue informazioni: